rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Economia

Camera di Commercio, approvato il bilancio d’esercizio: avanzo di 168mila euro

Ottimi risultati sul fronte della riduzione degli oneri di funzionamento, perfettamente in linea con gli obiettivi di contenimento della spesa della spending review

Unanime consenso nei confronti del bilancio d’esercizio 2013 approvato questa mattina in Camera di commercio. Il documento –che ha messo in luce un avanzo pari a 168mila euro- ha altresì evidenziato una riduzione dei proventi correnti quantificabile nel 2,16% (rispetto al bilancio d’esercizio 2012) ed una contemporanea riduzione degli oneri correnti arrivata al 5,78%. 

Le entrate correnti –quantificate in 7 milioni 510.781,83 euro- sono diminuite soprattutto per effetto della temporanea sospensione intervenuta nelle attività di mediazione dovuta alla sentenza della Corte Costituzionale che l’aveva dichiarata non più obbligatoria ma anche per una riduzione dei proventi da contributi e trasferimenti (in particolare dal Fondo di perequazione nazionale).

Sul fronte delle spese correnti -7milioni 839.981,65 euro-  hanno invece inciso in modo positivo la contrazione significativa degli oneri di funzionamento così come degli oneri per il personale. La diminuzione degli oneri di funzionamento ha ampiamente consentito il raggiungimento degli obiettivi di contenimento della spesa previsti dallo spending review. Le somme risparmiate non restano però in cassa in Camera di commercio in quanto devono essere versate allo Stato. 

L’avanzo, come già ricordato pari a 168mila euro, si è generato grazie ai risultati positivi sia della gestione finanziaria che della gestione straordinaria.

Anche gli indici economici hanno dimostrato, con i propri valori, che il bilancio d’esercizio 2013 è stato ben gestito.

In fase di discussione sono intervenuti numerosi consiglieri che hanno espresso consenso nei confronti di una gestione oculata delle risorse camerali. Mario Spezia ha invitato a riconsiderare il sistema delle imprese al centro dell’attenzione, unico meccanismo per far ripartire il Paese ed ha ricordato il valore dell’istruzione tecnica, per incidere positivamente sulle possibilità occupazionali. 

Nel corso della riunione di Consiglio il Presidente ha aggiornato i presenti sui diversi progetti ed iniziative in corso ed ha invitato tutti ad essere presenti il prossimo 9 maggio, al consueto appuntamento con la presentazione del Rapporto economico annuale. 

Il convegno si terrà presso il Salone dei depositanti di Palazzo Galli, messo a disposizione dalla Banca di Piacenza. Ospite d’eccezione il Senatore Pietro Ichino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camera di Commercio, approvato il bilancio d’esercizio: avanzo di 168mila euro

IlPiacenza è in caricamento