menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Filippo Cella

Filippo Cella

Camera di Commercio, Cella nuovo presidente: «Punto di riferimento per rilancio economico»

Scelto il nuovo presidente dell'ente camerale. Succede ad Alfredo Parietti

Filippo Cella imprenditore edile di 52 anni, vice presidente Ance Piacenza, è il nuovo presidente della Camera di Commercio di Piacenza. Subentra ad Alfredo Parietti dimessosi lo scorso luglio. Sulla scelta di Cella, che attualmente ricopriva il ruolo di presidente ad interim, c’è stata larga convergenza all’interno del consiglio camerale. Nel corso di un incontro con la stampa locale subito dopo l’elezione, Cella ha detto di sentirsi onorato di assumere questa carica «con grande senso di responsabilità».

A parere di Cella l’ente camerale deve ritornare ad essere il punto di riferimento per  tutte le associazioni di categoria e di tutti i rappresentanti presenti in consiglio e delle realtà economiche piacentine. «Il fine - ha ribadito - è di contrastare il periodo di emergenza che sta perdurando e favorire il rilancio utilizzando, in modo condiviso, le risorse messe a disposizione per tutto il territorio e per tutti i comparti: aziende, industrie, turismo, arte, cultura ed eno-gastronomia di cui Piacenza possiede un patrimonio straordinario». Rimane tuttavia la “spada di Damocle” dell’accorpamento della Camera di commercio di Piacenza con quelle di Reggio e Parma. «In questo momento sarebbe - ha ribadito - una conclusione scellerata. Abbiamo bisogno di tempo per tutti quei progetti che vorremmo attuare per Piacenza, eppure incombe sulle nostre scelte e sul nostro operare quell’intempestivo articolo 61 del decreto di agosto, verso cui tutti gli esponenti politici territoriali si sono espressi contro. Solo dopo il 13 ottobre, con la conversione in legge del decreto, potremo sapere se saremo davvero funzionali al territorio o se saremo frenati da pratiche e burocrazia, magari delegittimati come Ente e con un commissario governativo». 

Cella non ha criticato l’accorpamento in sé, quanto la sua intempestività, proprio in questo periodo Covid che deve far riconsiderare le scelte. «Ma un conto - ha sottolineato - è guidare e governare il percorso di questa transizione, ed un altro è continuare a fare passi avanti e indietro, rendendo le Camere di commercio incapaci di operare in termini di funzionamento degli organismi; in più siamo in emergenza con il personale. E’ dunque necessaria una piena funzionalità e legittimità degli organi camerali in questa fase di emergenza, e per almeno tutto il prossimo anno; lo dobbiamo al nostro territorio, considerato anche che le camere di Parma e Reggio ad oggi sono decadute. E’ quindi assurdo porre la scadenza del 30 novembre per portare a termine l’iter di fusione, invece di farci operare un altro anno a sostegno di un  territorio fortemente colpito dal Covid e non solo da un punto di vista sanitario, ma anche economico».  Il tutto con un pressante invito a tutti gli esponenti politici che ci rappresentano a non abbassare l’attenzione su questo tema centrale per Piacenza.

Le congratulazioni del sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri 

«Un incarico prestigioso che rappresenta, innanzitutto, il riconoscimento all'impegno profuso in questi anni per dare voce alle istanze delle imprese: sono certa che Filippo Cella saprà onorare questo ruolo con la passione e la competenza che il nostro territorio ben conosce». Così il sindaco e presidente della Provincia Patrizia Barbieri esprime, al neo presidente della Camera di Commercio di Piacenza, le congratulazioni di entrambe le Amministrazioni. Un augurio di buon lavoro in cui si rimarca anche il ruolo fondamentale dell'ente  «nel favorire il dialogo e la collaborazione tra le istituzioni: un mandato ancor più importante, oggi, a fronte dell'emergenza sanitaria e delle sfide che il nuovo assetto normativo pone per il territorio». «Mi sembra doveroso – aggiunge Patrizia Barbieri – rivolgere nel contempo un ringraziamento ad Alfredo Parietti, per la dedizione, la disponibilità all'ascolto e  al confronto costruttivo con cui ha retto la Camera di Commercio in questi anni, ponendo le basi per una continuità progettuale e una capacità di fare squadra che resta tuttora d'esempio».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento