rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Economia

Camera di commercio, nuove commissioni. Ma anche enogastronomia

Nella seduta del Consiglio Camerale si è parlato anche di “Coppa d’oro” collegata al Festival “Gutturnium” e di un centro di stagionatura

Acqua, Piacenza Expo, collegamenti Piacenza- Milano, semplificazione e servizi alle imprese, quattro importanti obiettivi di cui intende dedicarsi la Camera di Commercio di Piacenza, in collaborazione con altri soggetti del territorio “perché- come ha evidenziato il presidente Giuseppe Parenti- senza condivisione e sinergia di intenti, si conclude ben poco e si disperdono le già scarse risorse a disposizione delle imprese che noi rappresentiamo”.

Così il Consiglio camerale ha approvato questa mattina quattro apposite Commissioni che si occuperanno di questi problematiche: quella inerente l’annosa questione dell’acqua, sarà coordinata dal direttore di Coldiretti Massimo Albano, mentre quella che si occuperà di Expo 2015 sarà presieduta dal Presidente dell’Unione Commercianti Alfredo Parietti. Alla semplificazione e servizi alle imprese si dedicherà quella sotto la guida di Giuseppe Sidoli direttore dell’Unione Agricoltori, ed infine quella concernente i collegamenti tra Piacenza e Milano sarà guidata dal vicedirettore di Confindustria Attilia Jesini. “Ovviamente- ha ribadito Parenti- ciascuna Commissione è aperta al contributo dei consiglieri specificatamente interessati; ogni riunione sarà almeno trimestrale e verrà stilato un apposito verbale sintetico da trasmettere a tutti i consiglieri, per informarli con puntualità dell’andamento dei lavori.

Ma l’attuale riunione ha rappresentato l’occasione per il Presidente Parenti di aggiornare il consiglio su quanto è stato realizzato negli ultimi mesi. “Il progetto per una pista ciclabile Bobbio- Piacenza- proposta ai sindaci della vallata, potrebbe ben coniugarsi con l’intervento, in parte già realizzato, di una ciclabile che collega Genova con Ottone, mentre per il problema dell’acqua, è stato avviato uno studio in collaborazione con il Politecnico per la messa in sicurezza delle attuali dighe, ma anche per poter aumentare le derivazioni per la potabilità.

Insomma tutto ciò che si propone, così per Expo 2015, ha un senso- ha ribadito Pareti- se rimane anche successivamente agli eventi, un valore aggiunto fruibile dal territorio: così per esempio il progetto di un Museo nazionale dell’Agricoltura, che deve diventare non una spesa, ma un investimento duraturo che intendiamo sviluppare in sinergia con Politecnico e Facoltà di Agraria”.

Nell’incontro è stato pure annunciato che quest’anno, per la prima volta, il Premio “Coppa d’Oro” che si svolgerà a Palazzo Gotico, sarà collegato al “Festival del Gutturnio”, “con prodotti che si fregiano della denominazione speciale “Coppa d’oro di Piacenza” ed una stagionatura minima di otto mesi ed un premio a chi perviene al 90 per cento di prodotti certificati. Sotto Palazzo Farnese sarà realizzata una vecchia cantina dove le aziende produttrici potranno esporre e vendere i loro vini. E’stato assegnato anche un incarico all’Università Cattolica per studiare le modalità di un centro di stagionatura consortile per raggiungere una maggiore uniformità produttiva dei salumi.

Negli interventi dei consiglieri è emersa la forte preoccupazione per la situazione economica attuale e per il quadro generale di anormalità che contraddistingue il Paese, un Paese in cui il mantenimento del consenso frena l’assunzione di decisioni. In questo quadro la Camera di commercio deve acquisire un ruolo centrale, perché tutto quello che può fare, diventa fondamentale.

Mario Spezia ha posto l’accento anche sulla discrasia che sussite tra il livello formativo dei giovani e le necessità del sistema produttivo, in particolare di quello manifatturiero. In Italia solo il 23% dei ragazzi frequenta un istituto tecnico, a differenza di quanto accade in altri Paesi europei, ma le possibilità  di occupazione per questi giovani sono maggiori. Sul tema sono intervenuti anche Dario Costantini e Alberto Squeri, sottolineando anche la necessità di passare un messaggio completo agli studenti e alle famiglie, sotto il profilo delle possibilità concrete di trovare lavoro, sulle professionalità ricercate, sui possibili livelli di remunerazione. Una nuova commissione potrebbe quindi essere dedicata, come ha sintetizzato il Presidente Giuseppe Parenti, al tema della formazione e del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camera di commercio, nuove commissioni. Ma anche enogastronomia

IlPiacenza è in caricamento