menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Candidatura della Media Valle del Po a Riserva della Biosfera Unesco, c’è anche Piacenza

Anche il Comune di Piacenza ha aderito al progetto "Po Grande" per la candidatura della Media Valle del Po come patrimonio MaB (Man and Biosphere) dell'Unesco

Anche il Comune di Piacenza ha aderito al progetto “Po Grande” per la candidatura della Media Valle del Po come patrimonio MaB (Man and Biosphere) dell’Unesco. La cerimonia di sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra gli enti coinvolti si terrà presso la Reggia di Colorno martedì 24 gennaio, alle 10, mentre il testo del documento sarà presentato il giorno prima, lunedì 23 alle 15, presso il Palazzo Ducale di Revere (Mn). In entrambe le occasioni, a rappresentare l’Amministrazione comunale sarà l’assessore all’Ambiente Giorgio Cisini. Il progetto coinvolge cinque Province e 50 Comuni – tra cui, oltre a Piacenza, Calendasco, Sarmato, Monticelli d’Ongina, Rottofreno, Castelvetro Piacentino, Villanova sull’Arda e Castelsangiovanni – per un tratto di 200 km di asta fluviale, 39 siti classificati come “Natura 2000”, 38 habitat di interesse comunitario e dieci affluenti. La candidatura a Riserva della Biosfera MaB Unesco è sostenuta, accanto alle località rivierasche, anche dall’Autorità di Bacino del Fiume Po, dall’Università degli Studi di Parma e da Legambiente. Agli appuntamenti in programma parteciperà anche Philippe Pypaert dell’Ufficio Unesco di Venezia, unitamente ai rappresentanti delle Riserve MaB già istituite nel bacino padano: il Delta, la “CollinaPo Torinese” e l’area del Monviso comprendente la Prima Valle del Po. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento