rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
La novità

In una card tutti i certificati e gli attestati del lavoratore in cantiere

Il progetto “EseCard” presentato dalla scuola edile di Piacenza. In caso di controlli sarà facile mostrare lo storico dei corsi frequentati senza dover più portare in cantiere tutta la documentazione

È stato presentato il Progetto “ESECard” uno strumento innovativo nel sistema della formazione e della sicurezza sul lavoro.  Il progetto è stato illustrato dal presidente di Scuola Edile e Ance Piacenza, Matteo Raffi. «Grazie all’idea del nostro responsabile Riccardo Compagnoni – ha detto Raffi - abbiamo voluto lanciare questa proposta che riteniamo possa diventare un esempio per tutti gli altri territori, ma soprattutto uno stimolo a livello regionale e nazionale per arrivare ad una Card nazionale in tema di formazione. La ESECard sarà messa a disposizione di tutti i lavoratori, ma anche dei servizi ispettivi di Ausl e Ispettorato del Lavoro, garantendo rapidità nelle informazioni ma soprattutto l’impossibilità di contraffazione dei certificati. Siamo molto orgogliosi di essere tra i primi, se non i primi, in Italia a partire con questo progetto».

Alla presentazione erano presenti anche il maresciallo Alfredo Giannoccari, del nucleo Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Piacenza e il direttore del locale Ispettorato Alberto Gardina «una iniziativa coraggiosa e davvero innovativa. Daremo pieno sostegno a questo progetto, perché dobbiamo insistere affinché la tecnologia entri sempre di più negli strumenti di controllo e nelle verifiche ispettive in tema di sicurezza sul lavoro. Nel futuro bisognerà necessariamente insistere sul tema dell’innovazione, e mi impegnerò personalmente a divulgare questo progetto anche ad altri territori perché questa è la via obbligatoria».

Anche il direttore prevenzione e sicurezza ambienti lavoro dell’Ausl di Piacenza, Giuseppe Sergi, ha confermato: «una gran bella idea, che si avvicina e stimola anche le previsioni nazionali del 2015 in cui si ipotizzava la definizione del libretto formativo, provvedimento al quale non è mai stata data attuazione. Qui siamo già oltre e per questo ci muoveremo abilitando sicuramente i nostri ispettori all’utilizzo della ESECard e promuovendo l’adozione di strumenti similare sugli altri territori e anche a livello regionale».

Il progetto è stato illustrato da Compagnoni che ha spiegato operativamente il funzionamento e le opportunità offerte dal ESECard. I recenti episodi di tragiche morti sul lavoro pongono la necessità di azioni concrete mirate ad un sempre maggiore stimolo alla formazione di lavoratori e imprenditori per il rispetto della normativa e per la tutela del lavoratore. Ente Scuola Edile Piacenza si pone come obiettivo la formazione nel settore edile e la costante attenzione al tema della sicurezza. Da alcuni anni è stato messo a punto un sistema informatico che permette di monitorare tutti gli attestati emessi, le scadenze degli stessi e un sistema di “Alert” orientato ad avvisare i lavoratori delle imminenti scadenze di tali attestati. Da più parti giungono le sollecitazioni a snellire e sburocratizzare tutto ciò che ancora è rappresentato da documenti cartacei e proprio per questo motivo è nato il progetto “ESECard”.

CHE COS’E?

La ESECard è la “carta di identità” dei corsi frequentati alla Scuola Edile di Piacenza; essa identifica il lavoratore attraverso nome, cognome e codice fiscale e grazie alla scansione del QRCode presente sulla card si potrà visualizzare in cloud lo storico della formazione frequentata presso il nostro Ente.

COME SI OTTIENE?

La ESECard è gratuita per le imprese edili iscritte in Cassa Edile di Piacenza e per i propri dipendenti ma potrà essere fornita anche a tutte le altre categorie di soggetti coinvolti nei cantieri (artigiani, lavoratori autonomi, liberi professionisti etc etc), tramite criteri fissati dal nostro Consiglio di Amministrazione.

A COSA SERVE?

La ESECard permette di avere racchiusa in carta plastificata tutta la formazione svolta presso il nostro Ente; in caso di controllo da parte degli organi di vigilanza la ESECard permetterà di mostrare lo storico dei corsi frequentati senza dover più portare in cantiere tutta la formazione con il rischio che vada smarrita.

ESECard e il sistema ISPETTIVO

Il Consiglio di Amministrazione di Ente Scuola Edile Piacenza ha deliberato di mettere a disposizione questo innovativo strumento agli organi ispettivi operanti sul nostro territorio. Tramite la semplice scannerizzazione del QRCode, l’ispettore avrà accesso ai dati riguardanti il lavoratore avendo la certezza di evitare possibili contraffazioni e verificando in tempo reale la situazione formativa del lavoratore stesso. Sarà sufficiente attivare per i singoli ispettori User Id e password garantendo in questo modo la tutela di dati e l’eventuale tracciabilità dell’attività degli Ispettori dei singoli Istituti. La sperimentazione, si pone come obiettivo quello di rappresentare un sistema virtuoso locale, ma anche soprattutto di fornire un esempio a livello nazionale di come potrebbe evolversi il sistema delle verifiche su cantiere e soprattutto di come utilizzare e implementare una “Card” nazionale in grado di riassumere per ogni lavoratore il proprio percorso formativo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In una card tutti i certificati e gli attestati del lavoratore in cantiere

IlPiacenza è in caricamento