Casa, Confedilizia: «Per il mercato immobiliare la crisi non si arresta, urgenti misure fiscali choc»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«Gli ultimi dati diffusi dall’Istat riguardo al numero delle compravendite del terzo trimestre 2013 – così come quelli in precedenza diffusi dall’Agenzia delle entrate – confermano che la crisi del mercato immobiliare in atto dall’inizio del 2012 non accenna ad arrestarsi», lo ha dichiarato il Presidente della Confedilizia, Corrado Sforza Fogliani in una nota. E continua: «La minore entità delle percentuali di riduzione del numero di compravendite registratesi nel 2013 ha fatto dire a molti osservatori superficiali che la caduta del mercato immobiliare si sta attenuando e che si registrano i primi segnali di speranza. In realtà, i segnali sono tutt’altro che positivi, a meno che non ci si lasci ingannare – come hanno fatto questi osservatori superficiali – da una vera e propria illusione ottica. Il motivo per il quale le percentuali di diminuzione registrate nei trimestri del 2013 sono inferiori rispetto a quelle registrate nei corrispondenti trimestri 2012 consiste semplicemente nel fatto che, mentre queste ultime rilevazioni si confrontavano con i dati del 2011, ultimo anno di mercato florido, i dati del 2013 si confrontano con quelli del 2012, che è l’anno del crollo causato dall’aggravamento della tassazione. Per avere la prova di ciò è sufficiente guardare, anziché alle percentuali, ai numeri assoluti. Prendendo a riferimento il quarto trimestre degli ultimi tre anni, registriamo i seguenti dati dell’Agenzia delle entrate: nel 2011, 383.819 compravendite; nel 2012, 270.359 compravendite; nel 2013, 249.974 compravendite. In soli due anni, il 35% di transazioni in meno. Numeri che dimostrano come il mercato immobiliare – e il relativo, enorme indotto – abbiano bisogno urgente di una cura shock, consistente in una forte e immediata riduzione della tassazione, soprattutto locale».
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento