Catasto, Confedilizia: «Ecco la nostra posizione sulla vicenda che riguarda i comuni»

Intervento del presidente Corrado Sforza Fogliani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«Se i Comuni saranno chiamati a partecipare direttamente alle operazioni di rilevamento dati del nuovo Catasto, i contribuenti dovranno avere nelle Commissioni censuarie lo stesso numero di componenti dei Comuni ed anche dello Stato. «Tecnici» gli uni e «tecnici» gli altri al pari interessati e controinteressati al prelievo. Ma non si può legittimamente concepire che una parte in causa, o addirittura due parti in causa, sopravanzino di gran lunga la rappresentanza dell’altra parte, quella dei contribuenti. La decisione definitiva, in uno Stato civile e di diritto, deve appartenere ad un organo terzo. Il riordino, su questo punto, del contezioso tributario, ed anche per il merito, è preliminare. Gli italiani non possono più accettare alcun sopruso. Oltretutto, l’immobiliare è allo stremo e di più non può all’evidenza  pagare. Anzi, occorre un ridimensionamento forte della sua tassazione anche per un ritorno della fiducia nel futuro». Lo ha dichiarato il Presidente di Confedilizia Corrado Sforza Fogliani a proposito delle notizie di stampa su un coinvolgimento diretto dei Comuni negli accertamenti catastali.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento