Lunedì, 15 Luglio 2024
I numeri

Cattolica tra i primi 150 atenei d’Europa e nella top ten italiana

L’università scala 18 posizioni nella graduatoria di Qs Europe university ranking 2025 collocandosi al 140esimo posto. Ottiene il primato in Italia per la mobilità in uscita dei suoi studenti

L’Università Cattolica del Sacro Cuore è la prima tra gli atenei italiani per la mobilità internazionale in uscita dei suoi studenti (Outbound exchange students) ed è terza per attrattività dall’estero di giovani che scelgono l’Ateneo per programmi di studio in entrata (Inbound Exchange Students).

È quanto emerge dalla seconda edizione del Qs europe university ranking 2025, quest’anno incentrata su 684 istituzioni europee di 43 Paesi, di cui 51 italiane.

Secondo la classifica elaborata dagli analisti di Quacquarelli Symonds, l’Università Cattolica del Sacro Cuore raggiunge il 140esimo posto tra le università in Europa, guadagnando in un anno ben 18 posizioni ed entrando così nella top 150 europea; inoltre, si classifica tra i primi dieci atenei italiani (terza fra le università lombarde) per i buoni risultati ottenuti in altri indicatori chiave come varietà degli studenti internazionali (International student diversity), citazioni per articoli scientifici (Citations per Paper), reputazione del datore di lavoro (Employer reputation) e rapporto numero studenti docenti (Faculty student ratio).

Nel ranking europeo di Qs l’indicatore in cui l’Università Cattolica fa registrare la crescita maggiore riguarda le pubblicazioni scientifiche per docente (Papers per Faculty): l’ateneo avanza di 43 posizioni, collocandosi al 139esimo posto.

«Il posizionamento registrato dall’Università Cattolica del Sacro Cuore in questa classifica europea del Qs university ranking è il segno della nostra crescente proiezione internazionale. Un progresso che spronerà l’università a rafforzare ulteriormente la sua reputazione all’estero, grazie al potenziamento delle collaborazioni di ricerca e didattica con altri prestigiosi atenei europei e mondiali nonché attraverso accreditamenti internazionali e nuovi programmi dual degree che renderanno sempre più attrattive le nostre 12 facoltà dei suoi cinque campus: Milano, Brescia, Cremona, Piacenza, Roma», afferma la Rettrice Elena Beccalli.

Il ranking Qs europe university ranking 2025 è realizzato prendendo in esame 12 indicatori: reputazione accademica; reputazione del datore di lavoro; citazioni per articoli scientifici; pubblicazioni scientifiche per docente; rete di ricerca internazionale; esiti occupazionali; rapporto numero studenti docenti; varietà degli studenti internazionali; presenza di docenti internazionali; mobilità studentesca in entrata; mobilità studentesca in uscita; sostenibilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cattolica tra i primi 150 atenei d’Europa e nella top ten italiana
IlPiacenza è in caricamento