Economia

Cerchi un lavoro occasionale? Ci pensa la start up innovativa Nimbo Jobs

Nimbo Jobs è una piattaforma basata su Chatbot e Intelligenza Artificiale (AI) che vuole rendere rapido ed efficace l’incontro da domanda e offerta di annunci di lavori occasionali per rispondere al crescente mercato della Gig-Economy “l’economia dei lavoretti da tempo libero”

D'Amico, Peveri e Bonfanti

Cerchi un lavoro occasionale? Ci pensa Nimbo Jobs la startup innovativa fondata a Piacenza da Matteo Bonfanti e Alessandro Peveri nel pieno della pandemia da Covid-19 presentata all’Urban Hub Piacenza in via Alberoni. Presenti i due creatori di questa piattaforma, con il responsabile dell ”Incubatore & Acceleratore”dell’Urban Hub” Andrea D’Amico e il vicesindaco Elena Baio. «Con la pandemia - ha ricordato Baio - abbiamo scoperto la fondamentale importanza della digitalizzazione. Questa è un’idea innovativa che viene da giovani ed è un bel segnale di fiducia e di ripresa che lavora su domanda ed offerta e per tutte le categorie».

«Risponde -  ha ricordato sia D’Amico sia i due creatori della piattaforma - su innovazione e sostenibilità ambientale e sociale, valori che sono presenti anche nello statuto. Si rivolge ad un’utenza in forte disagio economico ed alcune categorie protette, ovvero disoccupati, coloro che sono alla ricerca di una prima occupazione e persone inattive, un’utenza veramente importante in Italia». Nimbo Jobs è una piattaforma basata su Chatbot e Intelligenza Artificiale (AI) che vuole rendere rapido ed efficace l’incontro da domanda e offerta di annunci di lavori occasionali per rispondere al crescente mercato della Gig-Economy “l’economia dei lavoretti da tempo libero”.

«Il Chatbot - hanno evidenziato Bonfanti e Peveri - fornisce all’utente un’esperienza semplice e guidata per la pubblicazione dell’annuncio attraverso un sistema smart di domanda e risposta. L'Intelligenza Artificiale analizza la richiesta ed effettua il matching più appropriato in base ai dati inseriti. Nei prossimi mesi, inoltre, la comunicazione tra piattaforma e utente avverrà anche tramite i sistemi di messaggistica istantanea come Messanger (FB) e WhatsApp».

«Abbiamo deciso di impegnarci in questa avventura - hanno rimarcato - per supportare la ripresa del territorio ricreando una rete di contatti di fiducia a supporto delle persone, con un focus sulle necessità delle categorie più colpite in questo momento storico: come i giovani, i Neet, i nuovi disoccupati, le donne, le persone disabili e gli stranieri. La mission della startup ha una dichiarata vocazione sociale volta a fornire una soluzione inclusiva, intelligente e user friendly». La startup ha iniziato la fase di pilot a Piacenza, città che proprio per la sua dimensione è un mercato adatto per lanciare un servizio di questo tipo. «Pensiamo - hanno concluso - che il territorio di Piacenza sia il campo di prova ideale perché presenta sia un importante area rurale che una parte urbana, quindi una buona varietà di impieghi possibili».

Si tratta di un sistema veramente rapido e facilmente utilizzabile. Basta ricercare il sito Nimbo Jobs ed in tempo reale domanda ed offerta possono incontrarsi. Il successo incontrato sui mercati da altri competitor con differenti tipologie di servizio dimostra comunque che queste innovative startup rappresentano veramente il futuro di un mercato del lavoro in perenne e rapida trasformazione. «Fondamentale è comunque - come ha ribadito - anche il vicesindaco Baio - che l’Italia colmi rapidamente il gap tecnologico con gli altri paesi europei grazie anche ai consistenti finanziamenti in arrivo dalla Ue»

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerchi un lavoro occasionale? Ci pensa la start up innovativa Nimbo Jobs

IlPiacenza è in caricamento