Certificazioni energetiche per edifici, occhio a sanzioni bufale e brutte sorprese

La Regione Emilia Romagna avvia i controlli sulle Classi Energetiche indicate sui relativi attestati di prestazione energetica. Dal 1 aprile al 31 dicembre 2016 saranno eseguiti circa 3mila controlli. I Periti Industriali del Collegio della provincia di Piacenza lanciano la campagna informativa #Fuoriclasse: quando giochi in casa scegli i migliori!

Dal primo aprile sono scattati i controlli sulle prestazioni energetiche degli edifici sottoposti a certificazione energetica per obbligo di Legge. La Regione Emilia - Romagna sta accertando se, l’Attestato di Prestazione Energetica (APE) è conforme alle reali caratteristiche energetiche dell’immobile relativo. Fra il 1 aprile ed il 31 Gennaio 2016 saranno effettuati circa 3.000 controlli, mentre per gli anni successivi i controlli saranno circa 4000 all’anno.In caso di non conformità dell’APE, vi sono sanzioni per i certificatori, ma  l'atto irregolare può essere annullato, con un conseguente aggravio di costi e tempi per chi entra in possesso dell’immobile. I controlli, oltre ai certificatori, interessano in particolare chi vende o affitta un edificio, ma è bene che anche l'acquirente o l'inquilino faccia fare verifiche puntuali all'abitazione. Il rischio, infatti, è di trovarsi con spiacevoli sorprese in bolletta. Come evitare il rischio? Rivolgendosi a riconosciuti professionisti del settore in grado di garantire la conformità e regolarità degli attestati. Al riguardo, il Collegio dei Periti Industriali della provincia di Piacenza lancia la campagna di informazione ‘#Fuoriclasse, quando giochi in casa scegli i migliori’ sui giornali, sui social network e in rete. Collegandosi al sito www.peritindustriali-er.it, alla relativa pagina Facebook (FuoriclasseperitiER) si potranno avere tutte le informazioni del caso sulle novità normative, trovare il professionista più vicino e controllare se la propria casa è a norma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento