Cisl: «Anche a Piacenza i rappresentanti per i lavoratori alla sicurezza territoriale»

II secondo congresso Filca Cisl Parma-Piacenza

il Segretario regionale Cristina Raghitta con Roberto Varani di Piacenza e Massimiliano Lanfranchi di Parma. Al centro il Segretario nazionale Enzo Pelle

I lavoratori delle costruzioni di Parma e Piacenza, riuniti nella Filca Cisl, hanno svolto il 23 febbraio il loro II congresso interprovinciale, intitolato “Idee di futuro - Il mondo che vorrei”. Il Segretario Cristina Raghitta ha sottolineato "l’asprezza della crisi che ha colpito il comparto edilizia, tanto che la contrattazione collettiva si è dovuta in questi anni soprattutto occupare di cassa integrazione e tentativi di salvataggio di aziende in difficoltà. Le prospettive fanno intravvedere alcuni spiragli positivi legati alla nuova edilizia, ai nuovi materiali e alla loro caratterizzazione in senso ecosostenibile. Interventi di rigenerazione urbana sono sempre più impellenti. Rispetto a queste nuove esigenze è urgente creare nuove conoscenze e sviluppo delle professionalità che possono essere formate anche dagli enti bilaterali cui partecipa il sindacato".

Non va mai dimentica la peculiarità dei mestieri in edilizia, lavori spesso particolarmente pesanti e dove il rispetto delle norme di sicurezza è vitale. “E’ positivo, ha sottolineato il Segretario, che una norma di legge riconosca finalmente che gli edili svolgono un lavoro gravoso e che a lavori diversi vanno garantite condizioni di uscita pensionistiche diverse, perché la più grande ingiustizia è quella di continuare a trattare in maniera uguale situazioni che uguali non sono”. Nella provincia di Parma la Cassa Edile ha fatto un importante sforzo nella direzione della   sicurezza in cantiere istituendo la figura dei Rappresentanti per i Lavoratori alla Sicurezza territoriale. Una recente ricerca ha dimostrato che laddove gli RLST visitano i cantieri e parlano con i lavoratori, lì si riducono i tassi di infortunio. L’auspicio è che anche a Piacenza si possa in breve tempo giungere ad un analogo modello organizzativo.

Roberto Varani nella relazione dedicata al territorio piacentino ha tracciato i confini della mappa delle crisi ma anche di alcuni segnali di ripresa come quelli che riguardano oggi RDB Prefabbricati o Fornaci Laterizi Danesi, positivo anche il recente accordo in Buzzi Unicem e la sottoscrizione (solo pochi mesi fa, nell’ottobre 2016) del contratto integrativo provinciale dell’edilizia con Ance Piacenza.

Massimiliano Lanfranchi ha esposto un dettagliato quadro della situazione occupazionale nella provincia di Parma, che ha visto un calo dal 2012 ad oggi di circa il 30 per cento degli occupati iscritti in Cassa Edile (1754 addetti in meno). Ha richiamato l’attenzione sull’apertura del grande cantiere TIBRE, il primo lotto del raccordo autostradale A15-A22 (Parma La Spezia-Autobrennero), un cantiere che durerà circa tre anni, con l’impiego di circa 300 lavoratori che sarà visitato ogni settimana dal sindacato Filca Cisl per dare informazioni e assistenza ai lavoratori.

I lavori del congresso della Filca Cisl di Parma e Piacenza hanno visto il rinnovo del gruppo dirigente con l’introduzione di una rappresentanza di giovani, donne e lavoratori stranieri, così come previsto dalle nuove regole della Filca e della Cisl. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento