Coldiretti a Cibus con la “Cantina dei vini salvati dall’oblio” 

Coldiretti regionale e provinciale domani, martedì 10 maggio a partire dalle ore 10 presenteranno a Cibus, padiglione 7, stand 63, la “Cantina dei vini salvati dall’oblio” che stanno conquistando il favore dei consumatori

Al fianco dei vini più famosi, come Gutturnio, Sangiovese, Lambrusco, Albana, negli ultimi anni nella nostra regione hanno cominciato a fare la loro comparsa una serie di vini i cui nomi erano noti solo agli esperti o ai più anziani. Si tratta di vini che hanno rischiato di sparire perché poco produttivi o perché difficili da coltivare e vinificare, ma che adesso sono in crescita costante nel vigneto dell’Emilia Romagna. Coldiretti regionale e provinciale domani, martedì 10 maggio a partire dalle ore 10.00 presenteranno a Cibus, padiglione 7, stand 63, la “Cantina dei vini salvati dall’oblio” che stanno conquistando il favore dei consumatori. “Si tratta, spiega Dario Panelli, responsabile del settore vitivinicolo di Coldiretti Piacenza,  di vini strettamente legati ai territori provinciali, che sono stati salvati grazie alla cura di ricercatori e viticoltori che li hanno recuperati e riportati alla produzione, un lavoro straordinario che consente di valorizzare le varietà locali e arricchire il nostro straordinario patrimonio di biodiversità.”

Sempre domani alle 12,30 si svolgerà un cooking show a base di riso italiano e basilico aromatico curato dall’agrichef piacentino Carlo Pontini dell’agriturismo Casa Nuova di Rivergaro, presidente di Terranostra Emilia Romagna. “Queste iniziative, aggiunge Marco Crotti, presidente di Coldiretti Piacenza, si inseriscono nella  quattro giorni di Cibus dove Coldiretti regionale partecipa attraverso un proprio spazio espositivo con l’obiettivo di portare i visitatori nazionali ed internazionali, all’origine della filiera agricola italiana. Le imprese associate a Coldiretti porteranno dunque nella città ducale l’agricoltura di qualità dell’Emilia Romagna che vanta 43 prodotti a denominazione di origine, 378 prodotti iscritti nell’albo dei prodotti tradizionali e 20 vini Doc e Docg.”

In collaborazione con il Consorzio Agrario di Parma e Angelo Po, produttori e agrichef di Coldiretti offriranno ai visitatori la possibilità di degustare i prodotti tipici del territorio. L’attività di Coldiretti a Cibus 2016 può essere seguita su facebook all’indirizzo https://www.facebook.com/coldirERcibus.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento