Coldiretti: «E' reato vendere come freschi i formaggi prodotti con latte in polvere»

Pastorelli: «Scrivere "fresco" in modo indiscriminato è fuorviante per il consumatore al quale invece deve essere garantita totale trasparenza a riguardo»

​E’ reato etichettare come “freschi” e genuini prodotti caseari realizzati con ingredienti industriali prelavorati. A dirlo è Cinzia Pastorelli, responsabile sicurezza alimentare per Coldiretti Piacenza rifacendosi alla recente sentenza della Corte di Cassazione che, con riferimento ad una fattispecie di produzione e vendita di ricotta fresca prodotta con siero di latte in polvere, ha fornito non solo chiarimenti sulla nozione di freschezza ma anche circa il reato rappresentato dalla vendita di sostanze alimentari non genuine presentate come tali. La questione è stata affrontata nell’ambito del procedimento per il riesame di un decreto di sequestro preventivo avente per oggetto 26 sacchi di siero di latte in polvere che, secondo quanto affermato, venivano adoperati per la produzione di ricotta. In un primo momento, il Tribunale di Palermo aveva escluso che si trattasse di reato ma in seguito, su ricorso del Procuratore della Repubblica di Palermo, l’ordinanza del Tribunale è stata sottoposta al vaglio della Corte di Cassazione che si è pronunciata in maniera radicalmente diversa. E’ stata rilevata infatti l’applicabilità delle norme di settore (legge n.138/74) che, regolamentando la produzione di prodotti caseari, fanno espresso divieto di adoperare, in tali alimenti, derivati da latte in polvere, quali, appunto, il siero da latte in polvere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Questa sentenza, spiega la responsabile, rappresenta un rafforzamento di una duplice tutela nei confronti dei consumatori e degli allevatori. Il concetto di fresco infatti, non può prescindere dalla materia prima che compone un prodotto e che inevitabilmente incide sulla genuinità e bontà dello stesso; scrivere “fresco” in modo indiscriminato, senza considerare gli ingredienti, è fuorviante per il consumatore al quale invece deve essere garantita totale trasparenza a riguardo.” “Il settore allevatoriale, conclude Pastorelli, necessita di maggior tutele e questa sentenza rappresentauna piccola vittoria anche per i nostri allevatori che lavorano per garantire la produzione del vero formaggio Made in Italy.” “Sono 8,6 i miliardi di chili tra latte liquido, panna, cagliate, polveri, formaggi, yogurt e altro che hanno varcato le nostre frontiere, afferma Massimo Albano, direttore Coldiretti Piacenza, e che vengono utilizzati per la produzione di latticini e formaggi all’insaputa dei consumatori e a danno degli allevatori perché non è obbligatorio indicare la provenienza in etichetta. Le multinazionali acquisiscono silenziosamente le nostre realtà produttive e “mungono” i nostri allevatori con prezzi alla stalla che non arrivano a coprire nemmeno i costi di produzione. Per questo insieme al Codacons Coldiretti chiedeall’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato di fare luce sugli abusi di dipendenza economica a danno dei produttori di latte fresco.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento