Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia

Coldiretti: «Iniziata bene la campagna del grano»

«Buone rese, buona qualità. Serve una filiera made in Italy»

«L’inizio della stagione calda segna anche l’inizio della raccolta del grano. Stagione caratterizzata da un clima incerto con un inverno mite e una primavera fredda, con sfasamenti stagionali che hanno rischiato di rovinare i raccolti - ha affermato Coldiretti Piacenza -  sia nella nostra provincia che in Emilia Romagna».

La nostra regione si posiziona al terzo posto per produzione ed estensione delle coltivazioni cerealicole. Con diverse centinaia di aziende volte verso la produzione di prodotti biologici, Coldiretti Piacenza dichiara: «E’ conclusa la campagna dell’orzo con ottimi risultati mentre quella del grano è appena iniziata, nonostante un rallentamento provocato dalle piogge – commenta Claudio Bressanutti, direttore della Coldiretti di Piacenza – i nostri sforzi sono stati premiati con una buona risposta qualitativa in termini di peso specifico delle sementi e soprattutto un alto livello proteico» conclude.

Dai primi dati emersi da una verifica di Coldiretti, emerge una buona produzione delle due varietà principali di grano: la varietà Bologna e la varietà Altamira, soprattutto nelle zone montane e collinari. La forte richiesta del Made in Italy evidenzia come l’agricoltura e l’agroalimentare siano i veri e propri settori strategici per il nostro paese. «Sulle stime relative alle quotazioni – afferma il presidente di Coldiretti Ugo Agnelli - incide positivamente la crescente richiesta di prodotti Made in Italy da parte dei consumatori. A trainare i consumi di pasta in Italia, infatti, è il boom di quella garantita al 100% da grano italiano che ha fatto registrare un balzo del 29% in valore nel carrello pari a quasi il triplo della pasta normale secondo l’analisi condotta da Coldiretti su dati Ismea relativi al 2020”. Serve però consolidare – conclude Agnelli - e dare sostanza alle filiere agroalimentari italiane, un progetto che va dal campo alla tavola per valorizzare le nostre produzioni, migliorare il reddito delle imprese agricole, soddisfare le richieste e le esigenze dei consumatori in termini di origine e qualità delle produzioni. Molte sono le aziende agricole della rete Campagna Amica che coltivano il proprio grano, con attenta ricerca al seme e alla varietà, per poi trasformarlo in farina venduta direttamente e utilizzata per prodotti da forno di alta qualità. In questo scenario i cereali ed il grano in particolare, hanno un ruolo fondamentale all’interno della filiera agro alimentare del nostro Paese».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti: «Iniziata bene la campagna del grano»

IlPiacenza è in caricamento