Agricoltura

Coldiretti: «Piacenza capofila per numero di nuove aziende bio. Aumenta la competitività»

Bertinelli (Coldiretti ER): «Il regime biologico rappresenta un valore importante per le nuove imprese, per incrementare la loro competitività e i loro canali commerciali»

«Le aziende socie di Coldiretti, per i due bandi sulle misure agro ambientali dedicate al regime Biologico della Regione Emilia Romagna, hanno dato prova del grande interesse al settore e alle opportunità del PSR per il sostegno all’agricoltura Green. Si rileva tra l’altro una forte incidenza di aziende in conversione da agricoltura convenzionale a Biologica che hanno richiesto di accedere ai bandi, quest’ultimo dato è un forte segnale del valore che il regime biologico rappresenta per le nuove imprese e per investire su una competitività attenta alla sostenibilità ambientale diversificando i propri canali commerciali». Con queste parole il Presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Nicola Bertinelli, ha commentato la risposta delle aziende ai bandi PSR 2014-20 prorogati anche al biennio 2021-22, appena chiusi, sulle misure agroambientali dell’agricoltura biologica che rappresentano complessivamente 2.836 aziende interessate per 15,9 milioni di euro di contributo richiesti. «Misure – conferma la responsabile del Servizio Agroambiente di Coldiretti Piacenza Enrica Gobbi -  che hanno trovato particolare riscontro nel Piacentino, con la nostra provincia che è capofila per numero di nuove aziende che hanno aderito per la prima volta al biologico. Un’attenzione al bio e ai suoi valori – conclude Gobbi – che si conferma quindi sempre in crescita nel Piacentino».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coldiretti: «Piacenza capofila per numero di nuove aziende bio. Aumenta la competitività»
IlPiacenza è in caricamento