menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La commissione

La commissione

Commissione regionale Abi alla Banca di Piacenza: dopo i lavori la vista a Palazzo Galli

Esaminata la situazione del credito in Emilia Romagna: in crescita erogazioni e depositi

Si è riunita nella mattinata di mercoledì 4 dicembre, nella sede centrale della Banca di Piacenza (Sala Ricchetti) la Commissione regionale dell’Associazione Bancaria Italiana (ABI), che ha affrontato il tema degli orientamenti dell’Autorità bancaria europea (Eba) in materia di esternalizzazione dei servizi, illustrati da Romano Stasi, segretario generale di ABI Lab (sempre maggiore è l’attenzione che le banche devono prestare verso i rischi legati alla sicurezza nella gestione dei sistemi informativi).

Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti di Unicredit, Federazione Bcc Emilia Romagna, Banca di Piacenza, Cassa di Risparmio di Cento, Credito Emiliano, Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Banco BPM, Banca Nazionale del Lavoro, La Cassa di Ravenna, Crédit Agricole, Monte dei Paschi di Siena, UBI Banca, Intesa Sanpaolo.

Corrado Sforza Fogliani, coordinatore nazionale delle Commissioni regionali ABI, ha sottolineato l’importanza del ruolo che queste possono avere nei rapporti con le istituzioni, mentre in qualità di presidente del Comitato esecutivo della Banca di Piacenza, ha portato i saluti dell’Istituto di credito, ringraziando la Commissione di aver scelto Piacenza come sede della riunione.

La commissione ha quindi esaminato la situazione del credito in Emilia Romagna, dove l’erogazione si è visto che cresce, così come crescono i depositi a causa dell’inerzia degli investimenti nelle imprese (pur in presenza di liquidità, non ci sono iniziative) e nelle famiglie, dove rallentano - in questo caso - per la mancanza di disponibilità. Nelle banche c’è dunque molta liquidità, sia perché il “cavallo delle imprese non beve”, sia per le difficoltà in cui versano le famiglie.

Il condirettore generale della Banca Pietro Coppelli, nel suo intervento ha, tra le altre cose, illustrato ai colleghi le caratteristiche della Banca Dati Immobiliare Banca di Piacenza, il portale realizzato dagli uffici interni, e unico in Italia, che permette di eseguire varie interrogazioni e di ottenere informazioni relative alla tipologia, alla posizione, alla dimensione ed al prezzo - reale e non stimato - degli immobili situati a Piacenza e provincia.

Al termine dei lavori, i componenti della Commissione hanno visitato Palazzo Galli, sede di rappresentanza dell’Istituto di credito di via Mazzini (dove lo stesso è nato nel 1936), ricevendo in dono una pubblicazione d’arte della Banca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento