Concimi liquidi e concimi fogliari: i prodotti innovativi di Terrepadane

Per ottimizzare il lavoro degli imprenditori agricoli

Giorgio Mazzoni

Dall’inizio del 2017 è operativo a Fiorenzuola, il nuovo stabilimento Multi-Liquid Terrepadane per la produzione di concime liquido, un impianto con una capacità di stoccaggio di oltre 600 tonnellate di prodotto finito ed una potenzialità produttiva di oltre 8mila tonnellate annue. Da maggio 2019 è inoltre stato attivato un nuovo impianto per la produzione di concimi fogliari della linea Terrepadane Nutri-Elle. «Si tratta in questo caso - spiega il responsabile Agronomico del Consorzio Agrario Terrepadane, Giorgio Mazzoni - di 17 prodotti innovativi, con formulazioni ad azione fisio-nutrizionale prevalentemente per uso fogliare, per incidere direttamente a livello di metabolismo e risultato vegeto-produttivo; prodotti che si valorizzano per la presenza sinergica di componenti organiche (naturali o di sintesi) ad azione specifica».  «Vengono applicati alla coltura in campo contestualmente ai trattamenti fitosanitari, incentivando la robustezza delle colture, la rigogliosità della pianta e la qualità dei frutti; la presenza di questi bio-stimolanti offre - soggiunge Mazzoni - una risposta contro gli stress (vento, pioggia in eccesso ecc) incentivando la resistenza delle piante e favorendo un miglior assorbimento del terreno. Otto di questi formulati – precisa - sono riservati al biologico».

silos multi liquid fertilizzanti terrepadane consorzio fiorenzuola-2-2-2«Noi come Terrepadane - ricorda il direttore generale Dante Pattini - abbiamo sempre riservato a questo settore una particolare attenzione consci della potenzialità di sviluppo che lo caratterizza, non a caso abbiamo attivato il Centro di Rizzolo di San Giorgio dedicato alle produzioni di cereali biologici la cui qualità è garantita dagli avanzati sistemi di controllo, con una capacità di stoccaggio di 9000 tonnellate di cereali. Per aiutare le aziende biologiche a riconoscere i prodotti ideali per le proprie coltivazioni, Terrepadane ha messo a punto alcune linee tecniche indirizzate verso i cereali a paglia, il mais, il pomodoro, la vite, il riso, le cover crop ed i mangimi. Un ufficio tecnico agronomico insieme ad un team di professionisti del Consorzio è sempre a disposizione per offrire la migliore consulenza in merito a tutte le questioni legate al biologico». «C’è grande interesse - chiarisce Mazzoni - verso questi formulati sia per bio, che per il convenzionale; dall’inizio ne abbiamo prodotto 50.000 litri in taniche da dieci, cinque, e un litro, prodotti che sono sempre validati con un’attenta e precisa consulenza di esperti chimici. Ma la sperimentazione e le relative applicazioni- continua Mazzoni- non si fermano mai, nella consapevolezza che oggi occorre concepire le forniture agli imprenditori in modo nuovo, offrendo loro il prodotto insieme alla conoscenza di cui necessitano per poterlo utilizzare al meglio. La fertilizzazione è infatti una pratica importante in agricoltura in quanto si tratta di apportare elementi nutritivi alle piante ed al terreno incidendo sull’obiettivo finale da perseguire; l’azienda agricola oggi punta ad aumentare la produttività riducendo i costi e l’impatto ambientale, in un’ottica di sostenibilità».

«I fertilizzanti liquidi - ricorda Mazzoni - garantiscono una maggior efficienza, un minor uso di unità fertilizzanti in funzione della qualità dei formulati. La modalità di utilizzo, essendo già in formulazione liquida, permette la massima uniformità di distribuzione in superficie e penetrazione nel terreno nello strato esplorato direttamente dalle radici, Questo garantisce un’azione nutrizionale ottimale con facilità di distribuzione e semplificazione delle operazioni colturali». «La distribuzione può avvenire insieme ai diserbi utilizzando il parco macchine aziendale (botti trattamenti e diserbi) ed elimina passaggi di concimazione, garantisce minor calpestio del terreno (in particolare di quelli pesanti), oppure in fertirrigazione nella classica manichetta. Ma soprattutto ottimizza le risorse producendo di più, facendo risparmiare tempo e denaro. Insomma somministrare ciò che serve, con la possibilità di creare soluzioni personalizzate in base alle esigenze specifiche del campo e della coltura perché - conclude Mazzoni - anche in agricoltura le parole d’ordine oggi sono “ottimizzare” e “innovare”, ed è proprio in questa direzione che si sta ormai da qualche tempo muovendo il Consorzio Agrario Terrepadane»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si va verso un futuro caratterizzato da continue trasformazioni, dove ogni aspetto del settore sarà regolamentato in modo sempre più rigoroso e stringente, e dove i limiti di utilizzo di sostanze fertilizzanti e di rimedi fitosanitari obbligheranno tutti gli operatori ad una radicale trasformazione del loro modo di fare agricoltura, un modus operandi dove l’efficienza agronomica e la sostenibilità delle lavorazioni in campo saranno sempre più l’elemento determinante per la redditività delle aziende agricole. Naturalmente la nostra innovazione varia in base alle colture produttive delle province in cui siamo presenti. Non a caso abbiamo creato specifiche formulazioni anche per la risicoltura, comparto molto importante e che oggi va sostenuto per la qualità che lo caratterizza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento