menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confagri, Gianpietro Bisagni nominato nella Giunta nazionale Agriturist

Bisagni: grazie per la fiducia proseguirò nel mio impegno puntando sul gioco di squadra

Soddisfazione in Confagricoltura Piacenza per la nomina di Gianpietro Bisagni, già presidente di Agriturist Piacenza e Agriturist Emilia-Romagna, a componente di Giunta nazionale di Agriturist, l’associazione che raggruppa gli agriturismi di Confagricoltura, la prima ad essere nata in Italia con lo scopo di promuovere il turismo rurale. La dirigenza di Agriturist ha deciso di cooptarlo quale membro di Giunta nel corso di un vertice di qualche giorno fa affidandogli il compito di collaborare, anche a livello nazionale, al consolidamento della rete tra operatori per la quale tanto si è speso e con successo, a livello provinciale e regionale. “A Gianpietro Bisagni – commentano Filippo Gasparini e Marco Casagrande, presidente e direttore di Confagricoltura Piacenza – vanno le nostre congratulazioni e i nostri complimenti. Da parte nostra sottolineiamo il valore aggiunto che con il suo impegno ha portato per la promozione delle aziende agrituristiche spendendosi attivamente in molteplici iniziative. L’augurio è di poter proseguire con lo stesso entusiasmo verso obiettivi sempre più ambiziosi, facendo crescere le aziende e l’associazione. Il prossimo appuntamento peraltro – sottolineano – è imminente e lo vedrà in prima linea con altre aziende di Agriturist Piacenza e di Confagricoltura Piacenza per partecipare a Piace.Eat in programma a Piacenza Expo l’ultimo weekend di ottobre (27-28-29 ottobre)”. Gianpietro Bisagni, che conduce l’azienda agrituristica Battibue a Baselica Duce di Fiorenzuola d’Arda, commenta: “Se devo individuare un elemento propulsore, direi che è “la scoperta”. Il filo conduttore delle tante recensioni positive che gli agriturismi ottengono sui portali è un passaparola globale che ci sta facendo crescere e conoscere di anno in anno. Gli italiani privilegiano sempre più l’ospitalità familiare, la buona cucina, i prodotti tipici, il benessere, il relax e le attività all’interno dell’azienda. Gli stranieri, invece, cercano, oltre al buon cibo, gli agri campeggi e le attività di scoperta ed escursioni in bici, a cavallo e percorsi di trekking. Nella nostra realtà, una carta vincente è certamente quella del buon cibo, in particolare nella nostra provincia abbiamo diversi prodotti di eccellenza (vini, salumi e formaggi) e soprattutto una grandissima tradizione culinaria che diviene l’elemento di richiamo. Abbiamo lavorato per promuoverne la conoscenza attraverso la collaborazione con il circuito SlowFood e attivando una sinergia, che va sempre più consolidandosi, con Eataly. Metteremo in mostra le nostre eccellenze anche in occasione di Piace.Eat. Il 2019 sarà poi l’anno della decima edizione del Ciclo A cena Con la scienza. La mia sfida personale, e non di poco conto, sarà ora quella di riuscire a trasferire queste esperienze e relazioni sul panorama nazionale arricchendole, sviluppandole, differenziandole. Per portare sempre più gente alla coperta delle nostre aziende è indispensabile creare occasioni e per riuscirci contro sulla componente fondamentale: gli altri operatori e gli altri soci di Agriturist che – conclude – non posso che ringraziare per l’occasione che mi offrono e per la fiducia risposta”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

social

Bonus vacanze 2021: come funziona?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento