Confagricoltura, al via la raccolta fondi per le aziende danneggiate dall'alluvione

La sezione piacentina di Anga, l’associazione che raggruppa i giovani di Confagricoltura, avvia tutti gli anni, in occasione delle festività natalizie, una raccolta fondi il cui ricavato viene destinato ad una buona causa

Matteo Cattivelli

La sezione piacentina di Anga, l’associazione che raggruppa i giovani di Confagricoltura, avvia tutti gli anni, in occasione delle festività natalizie, una raccolta fondi il cui ricavato viene destinato ad una buona causa. Data l'emergenza che il nostro territorio si è trovato ad affrontare con l’alluvione di settembre quest'anno è stato deciso di devolvere il ricavato alle aziende che hanno riportato danni ingenti dall'esondazione di Nure e Trebbia.

«L’iniziativa ha preso ufficialmente il via la sera del nove novembre quando presso la sede dell’associazione si è tenuto il primo corso per l'uso del defibrillatore. Non è un caso – spiega Matteo Cattivelli, presidente di Anga Piacenza – ci tenevamo a varare la raccolta con un’altra iniziativa che idealmente porta a compimento un precedente progetto. Due anni fa, infatti, ci siamo impegnati perché con il ricavato delle nostre donazioni si potesse installare il defibrillatore dentro al palazzo dell'Agricoltura a Piacenza. L'obiettivo è stato raggiunto, ma ora ci sembrava utile far sì che quante più persone possibili fossero formate per utilizzarlo in caso di emergenza. Hanno aderito oltre venti partecipanti, non escludiamo di organizzare prossimamente altre edizioni».

«Nel mentre – conclude Cattivelli – esorto tutti quanti ad appoggiare la nostra iniziativa. Chi desiderasse può fare un’offerta presso la segreteria dell'associazione in via Colombo,35, in cambio riceverà un presente con alcuni prodotti delle nostre aziende. Le responsabilità che abbiamo come imprenditori, del resto, sono motivo di riflessione e di attenzione anche verso le esigenze degli altri».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento