menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I rappresentanti coinvolti

I rappresentanti coinvolti

Confapi Industria Piacenza: successo per il seminario sul welfare aziendale

Presenti anche i segretari di Cgil, Cisl e Uil: al centro opportunità per imprese e lavoratori

Welfare aziendale sotto i riflettori grazie a Confapi Industria Piacenza. Ieri pomeriggio, nella sede dell'associazione, si è tenuto un convegno che ha visto confrontarsi non solo i rappresentanti del mondo industriale, ma anche quelli dei sindacati Cgil, Cisl e Uil: "Le nuove opportunità per imprese e lavoratori: contratti collettivi, bilateralità e welfare” è stato il tema del seminario condotto dal consulente tecnico di Confapi Emilia Romagna Federico Avanzi e organizzato anche in collaborazione con Enfea ed Enfea Salute e con il patrocinio dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Piacenza.

«Premesso che il primo e più importante tipo di welfare che nasce è quello dello stato sociale, c'è un momento in  cui il legislatore inizia a prevedere la possibilità di appaltare una parte del welfare al settore privato – spiega Avanzi – e individua nel datore di lavoro il soggetto che se ne può occupare”. Da lì nasce l'esperienza del welfare aziendale e degli enti bilaterali chiamati a fornire dei servizi: “Si tratta esperienze di partecipazione – continua Avanzi – che agiscono attraverso la contrattazione collettiva. Diversi sono i diritti e le prestazioni sanciti dall'accesso a questa bilateralità: vanno dal rimborso dei ticket sanitari alla maternità fino ai rimborsi previsti in certi casi anche per le aziende».

Proprio su questo fronte a intervenire sono stati il direttore di Confapi Industria Andrea Paparo e la presidente dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro Patrizia Chiesa: «Quella di oggi è un'iniziativa importante – spiegano – che chiarisce anche un aspetto importante: spesso sotto il nome di welfare aziendale si considerano solo degli oneri a carico dell'azienda, ma in realtà vanno considerate anche le opportunità».

Sempre all'inizio del seminario a portare il saluto congiunto anche in rappresentanza dei segretari Gianluca Zilocchi (Cgil) e Marina Molinari (Cisl) è stato Francesco Bighi (Uil): «Dovremo fare in modo che la bilateralità sia il più possibile equa e accessibile a tutti – spiega – in questo senso parliamo e rivendichiamo quell'agibilità sindacale che deve essere necessaria».

Nel corso del pomeriggio sono intervenuti i vicepresidenti di Enfea e di Enfea Salute Giuseppe Briano e Annamaria Trovò, Manola Cavallini del Comitato esecutivo Enfea, Delio Dalola del Comitato esecutivo Enfea e coordinatore delle Unioni di Categoria di Confapi, Raimondo Giglio della Commissione tecnico sindacale di Confapi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento