Confedilizia: «Rinviata al 2025 l'attribuzione delle controversie condominiali al giudice di pace»

Verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di oggi il decreto legislativo in materia di riforma organica della magistratura onoraria. Lo segnala Confedilizia, evidenziando come l’attribuzione di tutte le controversie condominiali alla competenza del giudice di pace avverrà solo a partire dal 31 ottobre del 2025. “Si tratta di un risultato importante – ha dichiarato il Presidente Giorgio Spaziani Testa – dovuto all’azione di Confedilizia, la quale sin da subito, già in fase di legge delega, aveva espresso forti perplessità su tale attribuzione. E questo differimento – previsto, nel testo finale, solo per la materia condominiale – conferma che si trattava di perplessità fondate. Le controversie in materia di condominio, infatti, sono spesso di grande rilevanza con riguardo sia ai diritti, anche di rango costituzionale, che ne sono oggetto, sia agli interessi economici coinvolti. Esse, inoltre, possono presentare – come rilevato anche dal Consiglio superiore della magistratura – grande complessità dal punto di vista giuridico: si consideri che negli ultimissimi anni le Sezioni Unite della Corte di Cassazione sono intervenute ripetutamente in materia, a testimonianza della delicatezza e della complessità, sul piano tecnico-giuridico, delle questioni in discussione. Questo lasso di tempo consentirà, pertanto, di approfondire il problema al fine di trovare la soluzione più soddisfacente rispetto ai diversi interessi coinvolti, ad esempio attraverso un’assimilazione della materia condominiale a quella della comunione. Di modo che in una materia che riguarda la stragrande maggioranza degli italiani, sia assicurata una tutela giurisdizionale adeguata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento