menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Consorzio Piacenza Alimentare, il 2016 si apre con la fiera "Marca"

Primo appuntamento del 2016 per il Consorzio Piacenza Alimentare che dal 13 al 14 gennaio a Bologna sarà al Marca, la fiera sui prodotti a Marca del Distributore (MDD), unica sul panorama italiano, seconda per importanza in Europa e tra le prime a livello mondiale

Primo appuntamento del 2016 per il Consorzio Piacenza Alimentare, che dal 13 al 14 gennaio a Bologna sarà al Marca, la fiera sui prodotti a Marca del Distributore (MDD), unica sul panorama italiano, seconda per importanza in Europa e tra le prime a livello mondiale. 
A confermare l’accresciuta importanza della fiera, è l'aumento della presenza di prestigiose insegne nazionali e internazionali come Carrefour, Metro e Iper che si aggiungono alle altre 21 già presenti, che si vanno ad inserire in un quadro generale di oltre 550 espositori.

Dafal, Rebecchi F.lli Valtrebbia e La Pizza +1 sono queste le tre consorziate che andranno nel capoluogo emiliano a presentare i prodotti e le novità con cui si affacceranno all'importante comparto della Private Label un settore che, dopo la crisi, sta finalmente ritornando a crescere. La strategia scelta dalle aziende piacentine è l'innovazione. Sempre più investimenti nel settore Ricerca&Sviluppo nell’ottica di arrivare sullo scaffale con prodotti che puntano sul comparto biologico, sulla sostenibilità e sul benessere.

Le analisi di Mercato dell'IRI dimostrano l'accresciuta sensibilità del consumatore a temi come salute e benessere: i comparti maggiormente in crescita nel mondo del LCC sono il biologico (866 milioni di Euro, +14% nell’ultimo anno), i prodotti "alleggeriti" (senza glutine 101 milioni di Euro, +31%; meno grassi 25 milioni di Euro, +10%) e i prodotti integrali (235 milioni di euro, +11%). Per le aziende piacentine l'innovazione sarà non solo nella ricetta ma anche nell'involucro.

«Il Marca rappresenta un grande banco di prova per testare i propri prodotti all'interno del mondo della Grande Distribuzione - commenta il presidente Sante Ludovico – Fondamentale oltre alla qualità è anche la confezione, come sostengono le ricerche di mercato. Oggi la scelta del prodotto avviene sullo scaffale, per questo motivo anche il packaging si deve rinnovare. Il consumatore vuole imballaggi leggeri e soprattutto eco-compatibili». 

Proseguirà sempre sull'onda dell'innovazione il programma 2016 di appuntamenti del Consorzio Piacenza Alimentare che nei prossimi mesi volerà in Oriente. Prima tappa dal 21-25 febbraio a Dubai con il Gulfood, la fiera dedicata a Food e Ho.re.ca che apre le porte al ricco mercato del Medio Oriente presentandosi ai visitatori con l’evocativo slogan "C’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire".
A marzo, dall’8 all'11 il Consorzio sarà in Estremo Oriente a Tokyo, per rinnovare l’appuntamento con il Foodex. La fiera dal 1976 rappresenta un punto di riferimento per le aziende italiane che vogliono entrare in contatto con il consumatore giapponese che, come dimostrato nella recente visita piacentina organizzata dal Consorzio, è sempre più interessato alle produzioni agroalimentari tipiche e locali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nell'ultima settimana contagi in calo del 33% nel Piacentino

  • Attualità

    A Ottone una via dedicata alla Giornata della Memoria

  • Cronaca

    Covid-19, altri 83 nuovi casi e sei decessi nel Piacentino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento