Economia

Consorzio Piacenza Alimentare, riconferma per il presidente Emanuele Pisaroni

Confermato anche il Consiglio di cui fanno parte il vicepresidente Stefano Perini, Alberto Bertuzzi, Luca Groppi, Cinzia Pastorelli, Rosaria Maestri e Paolo Dallagiovanna

Emanuele Pisaroni è stato confermato presidente del Consorzio Piacenza Alimentare, l’associazione per l’export agroalimentare più importante d'Italia con oltre 90 soci. Nato per iniziativa della Camera di Commercio, il Consorzio ha gradualmente assunto un ruolo fondamentale nell’economia piacentina, avviando il processo di internazionalizzazione delle piccole e medie imprese piacentine del comparto agro-alimentare. Confermato anche il Consiglio di cui fanno parte il vicepresidente Stefano Perini, Alberto Bertuzzi, Luca Groppi, Cinzia Pastorelli, Rosaria Maestri e Paolo Dallagiovanna. Nel Collegio dei sindaci revisori Davide Cetti (presidente), Alesssandra Rabizzoni e Marco Zazzali. Past president è il cavalier Sante Ludovico, mentre il direttore è Daniele Ghezzi.

Le nomine sono state votate all’unanimità presso la Sala “Bertonazzi” del Palazzo dell’Agricoltura in cui si è svolta anche l’assemblea annuale che prevedeva l’esame del bilancio. Ne è emerso che nonostante la pandemia e le instabilità di mercato, il triennio è stato caratterizzato da una crescita per il consorzio.

«Nel 2021 - ha detto Pisaroni - abbiamo registrato una crescita del 6% dell’export e ben 450 milioni di esportazioni di prodotti piacentini. La maggior parte collocata sui mercati europei ma dobbiamo riscontrare una positiva crescita anche paesi lontani come Australia e Giappone ed Emirati Arabi. Se il bilancio è positivo - ha sostenuto Pisaroni - lo dobbiamo soprattutto alle imprese socie che hanno dimostrato costanza in una produzione di qualità e duttilità nell’adattarsi ai sovente repentini cambiamenti di mercato. Anche per il futuro continueremo a puntare sulla qualità». «Uno degli obiettivi è quello di aumentare la sinergia tra i nostri associati e la presenza delle aziende nelle fiere in Italia e all’estero, con una partecipazione intensa in spazi comuni che esaltino il nostro territorio dove si produce in qualità e di tutto».

«Per il 2022 - ha poi spiegato il direttore Ghezzi - il Consorzio ha già ripreso con slancio la propria attività promozionale sui mercati internazionali, partecipando ad una serie di manifestazione negli Stati Uniti (Summer Fancy Food Show di New York), a Cibus, e prossimamente al PLMA di Amsterdam e quindi, in ottobre, al Sial di Parigi con oltre 20 aziende, sempre supportati nella nostra azione da ICE. Ma sarà intensificata anche la collaborazione con Piacenza Expo con una nostra costante presenza alle fiere per far conoscere sempre meglio il nostro marchio».

Stefano Perini ha poi aggiornato sul progetto di “Assapora Piacenza”, il marketing territoriale nato per attrarre visitatori e buyer direttamente sul territorio piacentino, iniziativa quasi subito frenata dal Covid, ma ora si punta ad una pronta ripartenza.

Gianluca Umbelli ha invece relazionato sulla piattaforma (e-commerce) digitale e logistica di Taste Piacenza con la quale è possibile acquistare direttamente online i migliori prodotti del territorio piacentino e riceverli a casa propria.

Sono stati 43.000 gli utenti di 10 pesi diversi, con una media di 12 articoli per ordine e nel primo trimestre di quest’anno si è registrato un segno + 84% del fatturato, un segno + del 63% rispetto al 2021.

Infine il progetto Follow up con i buyer esteri nato per supportare e dare seguito ai contatti che le aziende socie hanno avuto nelle diverse fiere, un modo per ricollegare le aziende agli operatori inviando campionature di prova utilizzando la piattaforma logistica di e-commerce.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consorzio Piacenza Alimentare, riconferma per il presidente Emanuele Pisaroni
IlPiacenza è in caricamento