Tirocinio nell’ultimo anno di Giurisprudenza: una convenzione tra avvocati, notai e Cattolica

L'accordo è stato siglato dall'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza con l’Ordine degli Avvocati e il Distretto Notarile di Piacenza

Università Cattolica

Una apposita convenzione per consentire agli studenti dell’ultimo anno del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza di anticipare di un semestre il tirocinio professionale, è stato siglato dall'Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza con l’Ordine degli Avvocati e il Distretto Notarile di Piacenza. Di fatto permetterà agli allievi selezionati di svolgere la pratica (come previsto dalla legge) anche prima del conseguimento del diploma di laurea, e per un periodo massimo di 6 mesi. “Per quanto riguarda i notai- ha sottolineato la dott. Mariarosaria Fiengo, presidente del Consiglio Notarile di Piacenza- si tratta si tratta della prima Convenzione sottoscritta tra un Consiglio Notarile Distrettuale (dei 92 esistenti) ed una Università, in attuazione dell’art.5 co.5 L.89/13 e del DPR 7 agosto 2012 n.137, in conformità alla Convenzione Quadro sottoscritta dal CNN con i Ministeri competenti. Un importante raccordo tra Università e professione che deve concorrere ad inculcare passione tra i giovani per la libera professione”.

A siglare l’accordo sono intervenuti, con il rettore Franco Anelli, oltre alla Fiengo, Graziella Mingardi, presidente dell'Ordine degli avvocati di Piacenza. Presenti inoltre il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, il Presidente del Tribunale Italo Ghitti, il notaio Massimo Toscani, Presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, il prof. Antonio Giuseppe Maria Chizzoniti, docenti, tutors e studenti. “La pratica- ha ribadito Anelli- è fondamentale per chi ha studiato, è la dimensione della “fisicità” del diritto, anche perché l’attività professionale presuppone un aggiornamento permanente. Sono grato ai colleghi ed alle istituzioni perché grazie a questo contatto quotidiano degli studenti con le professioni, ne beneficia l’intera Università”. “Convenzione- ha precisato Chizzoniti- che sarà estesa anche a Cremona e Lodi”.

L’avv. Mingardi ha ringraziato la collega Elena Baio per l’impegno svolto a favore della formazione ed ha chiarito che occorrono precisi requisiti per questi tirocini. Durante lo svolgimento del semestre anticipato del tirocinio, deve essere altresì garantita la proficua prosecuzione del corso di studi. “Ho sempre caldeggiato- ha detto il Presidente Ghitti- l’esperienza pratica, perché l’Università si deve far carico, non solo della formazione, ma anche della pratica professionale”. “Conosco- ha precisato il sindaco Barbieri- le attese dei giovani verso le professioni ed occorre rafforzare il contatto tra amministrazione e studenti per coinvolgerli nelle problematiche del territorio in cui vivono e studiano. L’assessorato opererà con l’Università per coinvolgere sempre più questa sinergia che aiuterà la formazione, ma anche la crescita stessa della nostra comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento