La coppa Dop piacentina protagonista a Uno Mattina in "Occhio alla spesa"

"Occhio alla spesa" su Rai Uno giovedì 17 gennaio ospiterà il presidente del Consorzio di tutela salumi DOP piacentini Antonio Grossetti che illustrerà le peculiarità organolettiche ed i possibili abbinamenti per la coppa piacentina

Ancora una volta i salumi DOP piacentini saranno protagonisti in una trasmissione televisiva su uno dei canali nazionali che registrano indici di ascolto di milioni di persone, una maniera diretta ed eccezionalmente efficace, più di ogni altra campagna promozionale, per far conoscere al grande pubblico le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, ma nel contempo anche le sue bellezze paesaggistiche, storiche ed ambientali.

In questo caso sarà la popolare trasmissione UNO MATTINA “Occhio alla spesa” condotta da Alessandro di Pietro su Rai 1, giovedì 17 gennaio, alle ore 10,00  ad ospitare il presidente del Consorzio di tutela salumi DOP piacentini Antonio Grossetti, che illustrerà le peculiarità organolettiche ed i possibili abbinamenti per la coppa piacentina DOP, tutelata dal Consorzio, un prodotto frutto delle professionalità e dell’antica maestria dei nostri salumifici. Un salume che si identifica con Piacenza, e che si distingue da prodotti similari di province limitrofe, per dolcezza, sapidità e profumi, risultato di una lunga ed attenta stagionatura di carni derivate da suini pesanti allevati in Lombardia ed Emilia, qualità garantite da un preciso disciplinare di produzione. Una coppa talmente buona che il Cardinale Alberoni la portava, come un prezioso dono, ad assaggiare nella corte di Spagna

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Grossetti ribadirà, a milioni di telespettatori, che, chi vuole gustare una coppa buona, con profumi e gusti diversi, deve scegliere il prodotto piacentino, quello che affina le proprie qualità ben oltre i sei mesi canonici, e non tre o quattro come quelle parmensi o di altre province. Per non parlare della pezzatura; le nostre coppe, pur caratterizzate da fette così larghe, subiscono durante la stagionatura un calo che varia dal 45 al 50 per cento e questo significa stagionare adagio, senza fretta, come si faceva un secolo fa; non a caso i nostri salumi sono buoni come allora, speciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento