Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

Dalla Camera di commercio contributi per 350mila euro in sicurezza e nuovi investimenti

La Giunta della Camera di commercio ha approvato due nuovi bandi a sostegno delle imprese piacentine

La Giunta della Camera di commercio ha approvato due nuovi bandi a sostegno delle imprese piacentine, stanziando complessivamente circa 350mila euro. Si tratta di due azioni definite sulla base di alcune linee di intervento che già il Consiglio Camerale si era sentito di appoggiare nella seduta dello scorso 30 ottobre e che nell’incontro di lunedì, che ha preceduto la seduta della Giunta camerale, sono state confermate. Il presidente Filippo Cella ha evidenziato che si tratta di «Interventi mossi da uno spirito differente che nasce da un confronto con le associazioni di categoria e con le istanze provenienti dal territorio».

Con il primo bando “PIANO INTEGRATO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A SOSTEGNO  DI INTERVENTI PER LA RIPRESA ED IL RILANCIO DELL’ECONOMIA”, 

si è voluto garantire un sostegno alle imprese che hanno investito o che hanno intenzione di investire nel personale nonché in interventi di innovazione aziendale. Come illustrato dal Presidente Cella “Con questo intervento si vogliono premiare le aziende che, non solo stanno reagendo in modo resiliente ma addirittura che stanno spingendo sull’acceleratore in questo momento di crisi per rilanciarsi, investendo in risorse che si sottraggono in questo modo a potenziali forme di ammortizzatori sociale”. 

Il bando finanzia due differenti linee:

Con la linea 1 saranno finanziati progetti per l’inserimento formativo di figure aziendali o di professionalità dedicate e volte ad innovare l’organizzazione d’impresa e del lavoro:

attivazione di tirocini extracurriculari e di contratti di apprendistato;

assunzioni a tempo determinato/indeterminato, contratti o forme di collaborazione e consulenze specialistiche, con l’obiettivo di innovare la gestione del lavoro e gli stessi processi aziendali attraverso (temporari export manager, digital manager, innovation manager o figure analoghe volte comunque ad aumentare la competitività aziendale).

Con la linea 2 invece saranno finanziati interventi finalizzati ad accrescere ed innovare l’organizzazione nei processi, l’accelerazione dello sviluppo aziendale e l’approccio ai mercati (nazionale e/o internazionali): 

- analisi per l'adozione di servizi digitali e virtuali; 

- consulenza sulla strategia digitale più idonea per settore/mercato; 

- marketing digitale; 

- consulenza per avvio e sviluppo di business online (b2b e b2c); 

- comunicazione e promozione tramite canali digitali; 

- realizzazione o aggiornamento del sito web, utilizzo dei canali social; 

- azioni di  SEO  locale;  accesso  a  portali  di  e-commerce; 

- preparazione di un piano export digitale; 

- formazione sui temi del digital export e attività di inbound marketing per l’export; 

- accesso  a  piattaforme  internazionali  on-line;  

- partecipazione a fiere all’estero o in Italia, di natura fisica o virtuale o partecipazione a eventi promozionali o b2b fisici o virtuali.

L’investimento minimo deve essere pari ad euro 1.500 ed il contributo è accordato in ragione del 60% dei costi sostenuti o da sostenere, fino ad un massimo di 8mila euro.

Con il secondo bando “BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER LA RIPRESA IN SICUREZZA DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE, NEL QUADRO DELLA EMERGENZA SANITARIA COVID-19”, “Si è voluto riproporre un sostegno diretto a favore della liquidità per quei soggetti economici che hanno sostenuto costi per riaprire o rimanere aperti”, ha precisato il Presidente Cella.

Si tratta della seconda edizione di questo bando dedicato alla messa in sicurezza che vede tuttavia l’introduzione di alcuni adattamenti emersi, anche in questo caso, a seguito di un proficuo confronto con le associazioni rappresentate in Consiglio. Attraverso questo nuovo bando, sono agevolabili gli interventi finalizzati alla messa in sicurezza dei locali dove si svolge l’attività economica o dei mezzi di trasporto ad essa strumentali, quali ad esempio taxi, bus, furgoni.

Le spese cofinanziate dalla Camera di commercio sono legate all’acquisto e installazione di impianti, attrezzatture e dispositivi che consentano di riattivare e di proseguire l’attività economica, con garanzia di massima protezione per i lavoratori e i terzi; all’attivazione di servizi di sicurezza;  agli interventi di igienizzazione e/o sanificazione degli ambienti, degli strumenti e degli indumenti di lavoro; all’acquisto di impianti, macchinari e attrezzature per igienizzare in autonomia ambienti, strumenti ed indumenti di lavoro; all’acquisto di soluzioni disinfettanti e dispositivi di protezione individuale e altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’esposizione al contagio.

In merito a questo secondo bando sono in corso ulteriori approfondimenti preordinati alla determinazione della composizione dei possibili soggetti beneficiari nonché degli importi massimi del contributo riconoscibile ad ogni soggetto. A breve saranno pubblicati i bandi sulla home page del sito camerale www.pc.camcom.it con l’indicazione operativa per la presentazione delle domande di contributo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Camera di commercio contributi per 350mila euro in sicurezza e nuovi investimenti

IlPiacenza è in caricamento