Difesa antiparassitaria nelle industrie alimentari, un simposio alla Cattolica

Con la relazione di Luciano Süss, già Professore Ordinario di Entomologia agraria Università degli Studi di Milano, ha preso il via presso l’aula “Piana” dell’Università cattolica di Piacenza, il X Simposio sulla difesa antiparassitaria nelle industrie alimentari e la protezione degli alimenti, evento che svolgerà nell’arco di tre giorni di fitti incontri in calendario.

Come ha evidenziato il professore Emanuele Mazzoni (coordinatore del simposio unitamente al prof. Rinaldi Nicoli Aldini del Dipartimento di Scienze delle Produzioni Vegetali Sostenibili – DI.PRO.VE.S., Area Protezione sostenibile delle piante e degli alimenti) “si tratta di un articolato convegno con cadenza quinquennale che ha preso il via nel 1972 su iniziativa del professore Giorgio Domenichini ordinario di Entomologia agraria, con il fine, già dalle sue origini, di fare il punto sul tema della tutela degli alimenti, promuovendone l’evoluzione a vantaggio della qualità del prodotto e della sicurezza del consumatore.

«E’ altresì evidente - precisa Mazzoni - che la ricerca in questi anni ha compiuto significativi progressi ed è per questo che oggi si cercherà di presentare in modo il più possibile esaustivo, le più innovative strategie di difesa contro gli infestanti come i colombi, i roditori, gli acari e altri insetti. Ma non solo».

Il Simposio infatti si snoderà intorno al consueto binomio tradizione-innovazione, che ha caratterizzato i lavori scientifici di ciascuna delle precedenti edizioni: oltre a un’attenta lettura dello stato dell’arte, si intende favorire lo sviluppo delle ricerche e il progresso delle applicazioni. Tra i temi d’indagine innovativi su cui ci si focalizzeranno gli interventi, l’impegno nella ricerca e sviluppo di mezzi (fisici, biotecnici e biologici) alternativi ai tradizionali antiparassitari e temi d’indagine innovativi nella difesa antiparassitaria che partono dalla tracciabilità dei prodotti per arrivare alle produzioni biologiche e al DNA barcoding. La salvaguardia del consumatore in un mondo globalizzato, caratterizzato da scambi sempre più intensi di derrate e alimenti, rende sempre più urgente il tema delle verifiche circa la sicurezza di quel che consumiamo: ricerca, impresa ed enti pubblici operanti nel settore non possono che agire congiuntamente per perseguire gli obiettivi di eccellenza nella qualità e sicurezza degli alimenti che finiscono sulle nostre tavole”.

In particolare, a parere del professore Mazzoni, la lotta biologica presenta costanti margini di crescita, in particolare con insetti che eliminano altri insetti dannosi senza intaccare le derrate alimentari ed il post- raccolta. Ed ancora: si sviluppano nuove tecniche di monitoraggio, l’uso di sostanze naturali come alternativa ai gas tossici.

“Stiamo migliorando le tecniche molecolari con estrazione del Dna presente nelle derrate per un più preciso riscontro  degli organismi infestanti che hanno contaminato i prodotti. Problemi molto sentiti anche nei paesi in via di sviluppo che hanno capacità produttive anche significative, ma con elevati problemi di conservazione. Hanno dunque forti potenzialità, ma è necessario reperire metodiche a basso impatto di costi e tutelare le produzioni migliorando la qualità. Ed ancora gli aspetti più attuali legati alle micotossine con i più recenti contributi scientifici, i nuovi sistemi di attrazione per il monitoraggio attraverso l’ottimizzazione dell’uso dei ferormoni e delle trappole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento