Dopo la missione a Chongqing, incontro tra l’Amministrazione e il sistema imprenditoriale piacentino

Prosegue, dopo la firma nel novembre scorso della lettera di intenti per collaborazioni future, il lavoro dell’Amministrazione comunale e del sistema imprenditoriale piacentino sul fronte dei rapporti con la città cinese di Chongqing ed il distretto di Jiangbei. Si è svolto infatti ieri, presso il palazzo comunale, un incontro del vicesindaco Francesco Timpano con le associazioni di categoria, a cui hanno partecipato il presidente della Camera di Commercio Alfredo Parietti, il presidente del Consorzio Piacenza Alimentare Sante Lodovico,  Luca Piacenza vicedirettore di Coldiretti, Luca Groppi in rappresentanza di Confindustria, Natalia Tacchini responsabile provinciale del servizio Innovazione e internazionalizzazione di Cna e Guido Libelli per Confapindustria. In collegamento telefonico da Chongqing hanno partecipato all'appuntamento il console generale d’Italia a Chongqing Sergio Maffettone e l’addetto agli Affari economici Gianluca Luisi. L'incontro è stato introdotto dal vicesindaco Timpano e da Simona Bazzoni che ha partecipato alla trasferta cinese in rappresentanza del Consorzio Piacenza Alimentare. 

“Durante il viaggio - ha sottolineato Timpano - abbiamo partecipato alla Conferenza Internazionale delle Città sorelle della Cina che si è tenuta a Chongqing, insieme a oltre cento città di tutto il mondo di diverse dimensioni gemellate con città cinesi. Un appuntamento importante, al quale era presente il vicepresidente cinese e autorità da tutto il mondo, che ha lasciato intendere l’importanza attribuita dalla Cina alle relazioni istituzionali di livello locale. Questa partecipazione è stata resa possibile dal lavoro attivo del consolato italiano, per il quale ringrazio il console Maffettone e il suo staff che si sono dimostrati di una professionalità e capacità di vero rilievo”. 

Simona Bazzoni ha ribadito la necessità di realizzare un percorso organizzato che metta insieme le istituzioni pubbliche, dal livello nazionale a quello locale, le associazioni e le imprese per creare relazioni stabili con un mondo che costituisce un grande potenziale per le imprese orientate all'esportazione.

Il console Maffettone durante il colloquio telefonico ha ribadito la disponibilità a proseguire nei rapporti con il territorio piacentino, attraverso l’organizzazione di una missione di imprese piacentine, a partire dalle aziende leader dei settori di punta del territorio, tenendo anche conto che nei prossimi mesi le relazioni tra Italia e la zona sudovest della Cina saranno sicuramente intensificate ed estese anche alla città di Chengdu. 

Gianluca Luisi, addetto commerciale del consolato, ha ipotizzato un percorso di lavoro per condividere settori e imprese di interesse, che sarà sviluppato con l'Amministrazione comunale, le associazioni di categoria ed il Consorzio Piacenza Alimentare che, per voce del suo presidente Sante Lodovico, ha ribadito l'intenzione di proseguire la ricerca di collaborazione col territorio di Chongqing a seguito della visita di novembre per aprire nuove prospettive e nuovi mercati alle aziende del Consorzio.

Il presidente Alfredo Parietti, infine, ha ribadito la disponibilità della Camera di Commercio nell’attività di supporto alle imprese piacentine per i processi di internazionalizzazione in relazione ai nuovi ruoli che la stessa sta assumendo nel processo di riforma.  Nel corso del dibattito tutte le associazioni hanno dato la loro disponibilità a proseguire proattivamente nella collaborazione al fine di organizzare nei prossimi mesi una missione e nel ricevere delegazioni cinesi. Tra i settori individuati certamente un ruolo di primo piano avranno l’agroalimentare, la meccanica e la raccorderia, che peraltro possono contare su aziende molto importanti che già hanno abitudini di relazioni commerciali in altre aree della Cina,  ma anche altri potranno aggiungersi in funzione degli interessi e delle necessità. 

“Abbiamo raccolto a Chongqing - ha concluso il vicesindaco Timpano – l’interesse affinché gli scambi commerciali siano supportati dai nuovi servizi di trasporto su rotaia attivati dalla città con l'Europa e che, attualmente, hanno come terminale ferroviario Duisburg. Sarà importante verificare con le autorità cinesi la possibilità di nuovi rapporti che possano valorizzare il ruolo strategico di Piacenza in ambito logistico, sfruttando per esempio l'iniziativa fieristica di BiLog del prossimo febbraio. E’ nostra intenzione lavorare anche sui temi degli scambi culturali e dei gemellaggi sportivi, perché anche in questo ambito vi sono stati dei segnali di disponibilità incoraggianti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento