menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra Benaglia, Salvatori, Gambazza, Rivaroli

Da sinistra Benaglia, Salvatori, Gambazza, Rivaroli

Ecipar e Cna Piacenza formano nuovi tecnici dei servizi turistico-ricettivi

Una nuova sfida per contribuire alla crescita dell’offerta turistico-ricettiva della nostra provincia

Una nuova sfida per contribuire alla crescita dell’offerta turistico-ricettiva della nostra provincia. E’ la sfida che vede coinvolta Cna Piacenza, con il suo consorzio di formazione Ecipar, e che verrà realizzata grazie ai contributi del Fondo sociale europeo, della Regione Emilia Romagna e alla collaborazione del Consorzio Promo Piacenza Emilia. Una sfida - presentata oggi presso la sede di Cna dal Presidente provinciale Giovanni Rivaroli, dal Direttore Enrica Gambazza, dal Presidente di Ecipar Piacenza, Marco Salvatori e dal Presidente del Consorzio Promo Piacenza, Valeria Benaglia - che prenderà vita con un Corso di formazione per Tecnico dei servizi turistico-ricettivi con competenze digitali, destinato a dodici persone disoccupate desiderose di arricchirsi di un bagaglio di conoscenze, di competenze e di esperienza in quest’ambito in continua espansione anche nella nostra provincia.

«Siamo orgogliosi - ha sottolineato Rivaroli - di allargare la nostra offerta formativa e di contribuire, attraverso questo corso di alto livello, allo sviluppo del nostro territorio e al rilancio dell’offerta turistica. Abbiamo individuato il nostro partner ideale nel Consorzio Promo Piacenza, una realtà che già da tempo sta operando concretamente in questo settore, e siamo convinti di poter dare un contributo importante grazie alle competenze che i corsisti acquisiranno attraverso questo percorso formativo». Un percorso formativo che inizierà il 27 marzo, dopo le selezioni preliminari, e che si articolerà in 600 ore di lezioni di cui 360 in aula e 240 di stage che verranno effettuate nei dodici alberghi di Piacenza e provincia che hanno aderito all’iniziativa di Ecipar-Cna.

«Il nostro territorio - ha detto Enrica Gambazza - ha tanto da offrire e da raccontare a chi vi soggiorna ma è necessario poter disporre di persone preparate, qualificate e con competenze specifiche come quelle che potranno essere acquisite attraverso questo corso. E’ un progetto che risponde a due esigenze: aiutare persone disoccupate a trovare occupazione e offrire alle aziende alberghiere del territorio personale altamente qualificato». «E’ fondamentale - ha aggiunto Salvatori - lavorare in stretta sinergia con i professionisti dell’accoglienza e credo che questo corso, che segna un ulteriore punto di svolta nella nuova gestione di Ecipar, sia stato confezionato proprio tenendo conto di questa esigenza». Ma com’è l’offerta alberghiera del nostro territorio? Sicuramente buono il livello qualitativo, tenendo conto che la clientela è al 50% business e al 50% turismo, ma con nuovi traguardi sempre da raggiungere.

«A questo progetto di Ecipar-Cna- ha commentato Valeria Benaglia - hanno aderito con entusiasmo tutti i dodici alberghi della città e della provincia che fanno parte del Consorzio Promo Piacenza che sta cercando di raccogliere tutti i promotori di turismo del territorio. Abbiamo già avviato una collaborazione con Piacenza Expo, dove ogni anno transitano decine di migliaia di visitatori, ed ora questa nuova collaborazione con Ecipar-Cna ci offre un nuovo aiuto per aumentare ulteriormente la preparazione dei professionisti che operano nel campo dell’accoglienza turistica, anche attraverso la conoscenza del mondo digitale e dei social network che costituiscono materia di studio di questo corso».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento