rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Economia

Educazione alla Campagna Amica: si riparte dai piccoli

Ricomincia il progetto di educazione alimentare di Coldiretti nelle scuole. Ad inaugurare l’edizione 2014 la scuola di infanzia H.C. Andersen a Pittolo, domani alle ore 10.30

E’ prevista per domani a Pittolo, alla scuola d’infanzia H.C. Andersen, l’inizio ufficiale dell’edizione 2014 del progetto che Coldiretti con Campagna Amica, già da 10 anni porta nelle scuole di tutta la provincia per dare ai più giovani non solo consigli di buona alimentazione ma anche i gioielli della nostra cultura, perché quando si parla di cibo, si parla di cultura e tradizioni.

Più di 3000 tra bambini e ragazzi, appartenenti alle scuole dell’infanzia, ma anche alle elementari, medie e istituti superiori lavoreranno al tema “Prodotti a Regola d’Arte. Dalla nostra terra i capolavori del gusto”, un progetto che vede associare le nostre tradizioni alimentari con l’arte locale; dai dipinti alle strutture architettoniche rurali, passando per citazioni illustri e aneddoti che rendono giustizia alla nostra terra e ai nostri prodotti; perché l’agricoltura è prima di tutto un’arte. L’arte di trasformare un prodotto della terra in un capolavoro della tavola.

La motivazione alla base di questo grande percorso, che vede i tecnici esperti della Coldiretti, affrontare i diversi temi con i ragazzi, è la volontà di investire nel futuro, nelle nuove generazioni, per poter formare gli adulti di domani e sensibilizzarli, al fine di creare una classe di consumatori consapevoli e attenti.

“Proprio per questo, ogni anno, afferma il presidente Coldiretti Piacenza, Luigi Bisi, è una gioia ripartire con questo progetto; Educazione alla Campagna Amica è uno straordinario modo per portare l’agricoltura e il mondo rurale nelle vite dei bambini, ma anche far conoscere a ragazzi più grandi che si stanno per affacciare al mondo adulto, le occasioni di lavoro e di crescita che da questo settore possono derivare. Così, nelle diverse lezioni, potranno affrontare temi diversi, dalle peculiarità della filiera del pomodoro, a quella del latte, dai 10 comandamenti per mangiare bene, al valore dell’acqua, dall’etichettatura all’energia del cibo, fino al legame tra cultura e coltura, spiegato ai ragazzi nel percorso introdotto quest’anno che collega l’arte locale ai prodotti agricoli.”

“Quest’anno, per partire alla grande, prosegue il presidente, abbiamo deciso di inaugurare l’inizio del percorso proprio con i piccoli della scuola d’infanzia: un segnale straordinario che l’Organizzazione vuole mandare a tutta la comunità: partire dai più piccoli dando loro l’importanza che meritano lasciando un seme che dovranno coltivare con impegno e passione, come facciamo noi agricoltori tutti i giorni attraverso il nostro lavoro: curiamo qualcosa di piccolo affinché cresca sano e buono.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educazione alla Campagna Amica: si riparte dai piccoli

IlPiacenza è in caricamento