Sciopero dipendenti, Enìa: il 98% è assunto con contratto a tempo indeterminato

Stupisce che la dichiarazione di sciopero giunga a seguito degli incontri tenuti dall’Azienda con sindacati e lavoratori sullo stato di avanzamento del processo di fusione. Così Enìa commenta la mobilitazione decisa da sindacati e dipendenti per il 18 gennaio prossimo. Possibili disagi per le utenze

E' chiara la posizione di Enìa sullo sciopero dei lavoratori motivato dall'incertezza nelle prospettive future del Gruppo. Stupisce che la dichiarazione di sciopero giunga a seguito degli incontri tenuti dall’Azienda, i sindacati e i lavoratori sullo stato di avanzamento del processo di fusione con Iride, ha dichiarato la multiutility in una nota rilasciata alla stampa.

Ieri, i sindacati avevano fatto leva anche sugli asset strategici sui quali insistere subito e sulla mancata presentazione del Piano Industriale. Enìa questa mattina, replica: durante gli incontri di novembre e dicembre con lavoratori e sindacati “sono state illustrate le linee di aggiornamento del Piano Industriale approvato da Enìa per il quinquennio 2008-2012, anche alla luce delle novità introdotte dalla riforma dei Servizi Pubblici Locali; sono state confermate le linee guida sugli assetti organizzativi del nuovo Gruppo sul mantenimento dei livelli occupazionali e sul progetto industriale Enìa-Iride”.
  56 gli incontri organizzati da Enìa con le sigle sindacali: un canale di confronto aperto e continuo  

Neanche sul tema del blocco delle assunzioni – portato dai lavoratori fra le ragioni dello sciopero – Enìa lascia correre, confermando “la propria capacità di creare stabilità occupazionale: il 98,2% dei lavoratori del Gruppo è assunto con contratto a tempo indeterminato e nel corso del 2009 si è confermato il numero dei dipendenti (2346 unità) con 28 assunzioni a tempo indeterminato di cui 13 trasformazioni di posizioni con contratto non stabile”.

Lunedì 18 gennaio, a causa della mobilitazione, ci potrebbero essere ripercussioni nell'erogazione dei servizi. Enìa garantisce il normale svolgimento dei servizi essenziali e il funzionamento dei numeri di emergenza.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento