"Eureka! Funziona!", Confindustria diffonde la cultura scientifica nelle scuole

La presentazione

E’ stato denominato "Eureka! Funziona!" prendendo spunto dalla mitica esclamazione proferita dall'antico matematico siracusano Archimede, il progetto di orientamento rivolto ai bambini di terza e quarta elementare per diffondere la cultura tecnica e scientifica, le cui premiazioni si sono svolte nella sala convegni di Confindustria Piacenza. Vi hanno preso parte, con il coordinamento del vicedirettore di Confindustria Piacenza Attilia Jesini, le tre scuole cittadine che hanno partecipato, ovvero Casa del Fanciullo, la De Amicis e la Due Giugno, circa 140 bambini delle classi terze e quarte, accolte dal presidente Alberto Rota.

Gli allievi hanno in pratica ideato e realizzato giocattoli sviluppando il tema del magnetismo, un lavoro realizzato partendo da un kit contenente vari materiali fornito da Confindustria. Una vera e propria gara di costruzioni tecnologiche, nella quale i bambini avevano il compito di ideare, progettare e costruire un vero e proprio giocattolo. Un concorso nel quale, con le loro maestre, hanno lavorato in gruppo, sviluppando specifiche competenze di carattere scientifico «ma anche una manualità - ha commentato - oggi sempre più penalizzata dall’uso massiccio della tecnologia informatica». L’iniziativa, promossa da Federmeccanica, è stata realizzata con il supporto dell’Associazione per l’Insegnamento della Fisica, soggetto qualificato presso il MIUR per la formazione docenti. Anche l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) è partner di Eureka! Funziona! ed ha aiutato a definire i temi oggetto del gioco, nonché a predisporre schede informative per introdurre i concetti base della meccanica o dell’elettronica e far capire, in modo semplice ed intuitivo, il funzionamento dei componenti del Kit. Infatti, lo svolgimento delle attività di invenzione e progettazione consente agli alunni coinvolti, di integrare la teoria con la pratica, ma anche di stimolare lo spirito imprenditoriale, le capacità manuali, l’attitudine al lavoro di gruppo e la creatività. Inoltre i bambini hanno la possibilità di sviluppare un’attitudine al problem solving, nonché un approccio interdisciplinare, nel quale vengono applicate diverse materie di studio (dalla matematica al disegno, passando per l’italiano e scienza) per concorrere alla realizzazione del prodotto finale. Questo perché anche la comunicazione assume una importanza fondamentale per diffondere le innovazioni sul mercato. «Il progresso tecnologico e la digitalizzazione in ogni ambito della vita, a casa come in ufficio, determinerà - ha ricordato Rota- richieste crescenti di specializzati nelle cosiddette discipline Steam, acronimo in inglese per scienza, tecnologia, ingegneria arte e matematica».

Nell’Unione Europea infatti l’occupazione di profili con competenze Steam sta crescendo nonostante la crisi economica e ci si aspetta che la domanda di queste risorse cresca ancora. Si prevede che circa 7 milioni di posizioni si apriranno entro il 2025. L’Europa ha messo in campo diversi approcci per incoraggiare gli studi e le carriere Steam. «Insieme a Forpin - ha precisato Rota - stiamo lavorando per diffondere la cultura scientifica ed aiutare le scuole ed i docenti a rendere queste materie più “apprezzabili” dagli studenti facendo loro vedere quanta scienza c’è nella vita di tutti i giorni». Eureka si affianca infatti all’iniziativa che da febbraio ha visto coinvolte studenti delle scuole primarie e secondarie di Piacenza e provincia. Si tratta delle primarie del III, IV e VII Circolo di Piacenza, delle secondarie di primo grado Dante Carducci, Faustini Frank Nicolini e dell’Istituto Comprensivo di Fiorenzuola, dello Scientifico Respighi, del Liceo Socio-Psico-Pedagogico di Piacenza, del Mattei di Fiorenzuola del Volta di Castel San Giovanni e dell’Agraria e Alberghiera Raineri Marcora ed i centri di ricerca: BIODNA,  LEAP,  MUSP, CRAST e CITIMAP. In totale ad oggi oltre 500 studenti di ogni ordine e grado sono coinvolti in ambito tecnico e scientifico: 360 del Progetto STEAM e 136 del progetto Eureka.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Esce di strada e l'auto si incastra nel fosso, due feriti

  • Tir carico di formaggi si ribalta lungo la Provinciale

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Investito da una fiammata, gravissimo

  • In bilico sul viadotto dell'A21, i poliziotti della Stradale lo salvano appena in tempo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento