Farmacista piacentino compra immobili "sottocosto" da pompe funebri parmensi

L'anomalia che ha insospettito gli 007 dell'Agenzia riguardava la vendita di un fabbricato, acquistato per 250mila euro e ceduto per 150mila euro: un comportamento anti-economico che nascondeva la volontà di evadere

Ricavi non dichiarati e un appartamento venduto a un prezzo fuori mercato. Questi gli indizi che hanno fatto scattare gli accertamenti nei confronti di una ditta di onoranze funebri del parmense, che ha versato al Fisco quasi 350mila. Le indagini sono state condotte dall'Agenzia delle Entrate di Parma in collaborazione con la Direzione Provinciale di Piacenza.

LA TRUFFA - I controlli, realizzati con il ricorso alle indagini bancarie, sono scattati da un'ispezione documentale nei confronti della societa' parmigiana. L'anomalia che ha insospettito gli 007 dell'Agenzia riguardava la vendita di un fabbricato, acquistato per 250mila euro e ceduto per 150mila euro: un comportamento evidentemente anti-economico che per gli ispettori dell'Agenzia delle Entrate nascondeva la precisa volonta' di evadere il Fisco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MULTA SUBITO PAGATA - Gli accertamenti bancari sui due soci, infatti, hanno portato alla luce la vendita di un secondo fabbricato per un valore dichiarato di 340mila euro, contro un incasso effettivo di 850mila euro. In entrambi i casi l'acquirente era un farmacista piacentino che, convocato dai funzionari della Direzione Provinciale di Piacenza, ha "rivelato" la reale entita' delle transazioni. Nei conti dei due soci sono finiti anche i corrispettivi in nero dell'attivita', per un importo complessivo di 115mila euro. A questi si aggiungono i 230mila euro tra maggiori imposte, interessi e sanzioni relativi alla vendita dell'immobile. I rilievi dei funzionari hanno convinto anche la societa' di pompe funebri, che ha deciso di saldare subito il debito con l'erario versando 347mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento