rotate-mobile
Economia

Fallimenti, ecco come cambierà la legge

Al Collegio Alberoni convegno con la presentazione della bozza del decreto attuativo sulla riforma del “fallimentare”. Sono previsti monitoraggio delle imprese insolventi e alert per segnalare subito le aziende a rischio fallimento

Avverrà a Piacenza la prima presentazione dello schema del decreto attuativo che cambierà il modo aggredire fallimenti e insolvenze. “La riforma che verrà” è il titolo del convegno che si svolgerà, il 10 marzo dalle 9 alle 13.30, nella sala Arazzi del Collegio Alberoni. In sala, alcuni dei relatori del decreto attuativo che renderà operativa la legge delega sui fallimenti del 30 ottobre 2017 numero 155. E fra coloro che hanno partecipato alla stesura della riforma c’è anche un magistrato piacentino, il sostituto procuratore Roberto Fontana che ha fatto parte della Commissione governativa. Importanti anche gli altri partecipanti, da Renato Rodorf, già presidente aggiunto della Cassazione, a Antonio Matonti, direttore degli Affari legislativi di Confindustria, a Ivan Demuro, docente di Diritto commerciale all’Università Cattolica.

La disciplina mira a semplificare il lavoro di chi deve occuparsi di fallimenti, a dare regole certe e chiare, e a tutelare le aziende che, senza alcuna colpa, spesso - causa di una carenza normativa - vengo trascinate nel baratro dei fallimenti da imprenditori senza scrupoli. Il decreto attuativo, infatti, propone sistemi di alert immediato che consentono di intervenire subito sull’impresa in difficoltà, insolvente, per capire se la situazione sia originata da una crisi economica oppure nasca da una volontà criminale di violare le leggi, intascarsi i soldi o commettere altri reati che portano alla bancarotta.

IL PROGRAMMA
 

9.00 SALUTI E PRESENTAZIONE DEL CONVEGNO

ALBERTO ROTA  presidente Confindustria Piacenza

MARCO DALLAGIOVANNA presidente Ordine dottori commercialisti ed esperti contabili di Piacenza

coordina i lavori:

GIOVANNI NEGRI  giornalista del Sole 24 Ore.

9.15 RELAZIONE INTRODUTTIVA: IL CODICE DELLA CRISI E DELL’INSOLVENZA
Prima lettura dello schema di decreto legislativo di attuazione della legge delega 30-10-2017 n. 155

RENATO RORDORF  già presidente aggiunto della Corte di cassazione - presidente della Commissione di studio per la riforma della disciplina della crisi d’impresa e di insolvenza

10.00 LE MISURE D’ALLERTA TRA LIBERTÀ D’IMPRESA E TUTELA DEL CREDITO
ROBERTO FONTANA  sostituto procuratore della Repubblica di Piacenza - componente della Commissione di studio per la riforma della disciplina della crisi d’impresa e di insolvenza

ANTONIO MATONTI direttore Affari legislativi di Confindustria - componente della Commissione di studio per la riforma della disciplina della crisi d’impresa e di insolvenza

11.45 GLI INDICATORI DELLA CRISI: I DOVERI DEGLI AMMINISTRATORI E DEI SINDACI (ASPETTI GIURIDICI)

IVAN DEMURO  professore di Diritto commerciale Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza

12.30 GLI INDICATORI DELLA CRISI: STRUMENTI DI ALERT, ESPERIENZE E MODELLI (ASPETTI AZIENDALISTICI)

FABRIZIO MAIOCCHI Ordine dottori commercialisti ed esperti contabili di Piacenza

13.15 Conclusioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fallimenti, ecco come cambierà la legge

IlPiacenza è in caricamento