Terrepadane, taglio del nastro per la nuova struttura "Farm store"

Macchine Terrepadane raddoppia: dopo l’inaugurazione della nuova sede del Centro macchine della New Holland in viale dell’Agricoltura, il Consorzio Terrepadane ha praticamente raddoppiato la propria sede con il Farm Store

Macchine Terrepadane raddoppia: dopo l’inaugurazione della nuova sede del Centro macchine della New Holland in viale dell’Agricoltura, il Consorzio Terrepadane ha praticamente raddoppiato la propria sede con il Farm Store in grado di offrire a tutti gli agricoltori del territorio piacentino il meglio dei macchinari New Holland ed una centro di prodotti per i ricambi con uno staff di personale altamente professionalizzato.
Il tradizionale tagli del nastro alla presenza di autorità cittadine, di rappresentati di associazioni professionali e di prodotto, con il Presidente Luigi Bisi a fare gli onori di casa con il direttore generale Dante Pattini. “Siamo il centro New Holland- sottolinea Pattini- tra i primi in Italia che risale addirittura al 1912, un punto di riferimento per tutta la moderna agricoltura piacentina e delle provincie in cui siamo presenti ma soprattutto unici in grado di offrire agli operatori una sinergia con tutte le nuove tecnologie in cui siamo all’avanguardia, dall’agricoltura di precisione alla subirrigazione, un servizio all’avanguardia con tecnici e personale in grado di ottemperare ad ogni richiesta”. “Il settore macchine è calato dell’8% in Italia, sottolinea il responsabile vendite Luigi Bongiorni ma in Terrepadane, nella nostra area,  è cresciuto del 3%, con prevalenza di acquisti di trattori New Hollnad tra i 100 e 200 Kw Tra le novità le macchine speciali per vigneti e frutteti, con cabina pressurizzata a livello 4, l’unico trattore dotato di livello 4, la massima sicurezza per l’operatore durante i normali trattamenti. Un’altra importante novità- ricorda Bongiorni- riguarda tutti i nuovi trattori gommati:  a partire dal primo gennaio 2018, dovranno ottemperare al “Mother Regulation”, il Regolamento Madre europeo n. 167/2013. Un’unica omologazione per tutte le macchine agricole made in Unione Europea. Un obbligo per i trattori gommati. Una scelta per rimorchi, i trainati e i cingolati”. I mezzi agricoli omologati per la prima volta dopo il primo gennaio 2016 devono essere conformi alle norme costruttive europee contenute nella Mother Regulation (impianti frenanti, sicurezza funzionale, sterzo, ganci traino, masse massime a carico, masse rimorchiabili, dimensioni e velocità massime). Ad oggi, però, sul mercato non si trovano ancora trattori MR, ma mezzi omologati ancora secondo la vecchia normativa (direttiva 2003/37/CE). La vera scadenza per chi ha in programma l’acquisto di un trattore nuovo è dunque il primo gennaio 2018. A partire da questa data tutti i veicoli agricoli che usciranno dalle fabbriche dovranno essere MR e non varrà più la precedente normativa se non per i “fine serie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento