Fim Cisl, Daniele Fippi è il nuovo segretario generale

Si è svolto nella giornata del 20 marzo il Congresso Fim Cisl Parma Piacenza che ha visto l'elezione della nuova segreteria del sindacato ora costituita da Daniele Fippi (Segretario generale) con Massimo Bongiorni e Cristian Maffini

Daniele Fippi con Massimo Bongiorni e Cristian Maffini

Si è svolto nella giornata del 20 marzo il Congresso Fim Cisl Parma Piacenza. Una giornata di bilanci e di progettualità che ha visto l'elezione della nuova Segreteria del sindacato ora costituita da Daniele Fippi (Segretario generale) con Massimo Bongiorni e Cristian Maffini. Emozionante il passaggio di consegne con Luigi Bernazzani, che dopo molti anni al vertice, rimane nello staff della Fim Cisl. Molto applaudita la sua relazione che ha puntualizzato come la Fim in questi anni ha sempre saputo da che parte stare: «Un esempio per tutti, ha detto facendo riferimento a una realtà produttiva anche piacentina, è stato l'accordo con Fca e Cnh per il rilancio dell'auto e dei veicoli industriali nel nostro paese.  Ci siamo assunti la responsabilità di fare degli accordi insieme alla Ullm ad altri, i cui effetti sono visibili a tutti quelli, intellettualmente onesti, capaci di riconoscere e apprezzare i massicci investimenti che ne sono la conseguenza. Non è un caso se la ripresa dell'export italiano è favorita soprattutto dal mondo automotive che dal 2015 è cresciuto anno su anno di oltre il 30%».

«Ma soprattutto - ha continuato - ci importa che migliaia di lavoratori siano rientrati nelle fabbriche oppure ci siano entrati per la prima volta grazie a quegli accordi a un'idea di sindacato che parte dai bisogni fondamentali dei lavoratori e dalla volontà di adattarsi alla realtà per migliorarla. Ora si è aperta la sfida delle tecnologie più avanzate applicate ai sistemi produttivi, la cosiddetta industry 4.0. Non basta conoscere le nuove tecnologie che stanno trasformando la produzione e i sistemi produttivi ma è tutto il sistema che deve essere ridisegnato in modo integrato. Il sistema duale formazione/mondo del lavoro, l' educazione digitale su cui scontiamo un cronico ritardo culturale come paese, le riforme che la politica deve realizzare soprattutto rispetto alle infrastrutture e alla diffusione della banda ultralarga: questi i trend del progresso».

Il neosegretario Daniele Fippi ha così ringraziato Luigi Bernazzani e tracciato le linee del suo mandato: «Un grazie a Gigi per tutto quanto è riuscito a dare alla Fim e per il suo contributo critico, mai accomodante, e in grado di portare sempre un apporto capace di generare sempre nuovi interrogativi a cui dare nuove risposte. Il compito affidato a me e a tutta la nuova segreteria non è semplice. Non mi piace fare dichiarazioni che potrebbero essere disattese. Una cosa è certa che la Fim vuole continuare ad essere un riferimento importante per lavoratori e le lavoratrici del territorio con la propria capacità critica. Una critica che apre nuovi orizzonti e che non chiude le porte all'innovazione ed alle sfide che ci si pongono davanti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento