rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Economia

Welfare, tecnologia, istruzione e arte: dalla Fondazione 820mila euro per 58 interventi nel Piacentino

Sono state in tutto 84 le richieste: 53 accolte e le restanti 31 non ammesse.  Cinque iniziative promosse direttamente dalla Fondazione. All'arte 250mila euro

Oltre 820mila euro deliberati per la realizzazione di 58 interventi, di cui 53 presentati dal territorio e 5 progetti propri: così la Fondazione di Piacenza e Vigevano ha chiuso la seconda sessione annuale dell’attività istituzionale. Le richieste di sostegno che hanno ricevuto il via libera dal Consiglio di Amministrazione – supportato dal parere delle Commissioni consultive – sono state valutate sulla base della loro aderenza alle linee guida delineate nel Documento programmatico previsionale pluriennale (DPP).

Complessivamente, sommati ai circa 4,2 milioni di euro della prima sessione erogativa, dall’inizio del 2022 l’ente ha deliberato stanziamenti pari a circa 5 milioni di euro. «La disponibilità di risorse della Fondazione, rapportata alle sempre maggiori necessità del territorio acuite dalle emergenze sociali ed economiche che stiamo vivendo, ci impone una selezione rigorosa e, in questo, l’attività delle Commissioni si conferma uno strumento essenziale – sottolinea il presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano Roberto Reggi –. Da parte nostra c’è la massima attenzione all’ascolto delle varie istanze; agli stakeholder chiediamo l’impegno di elaborare proposte innovative e il più possibile pensate secondo un’ottica di rete. Lo dimostrano i bandi, che stiamo utilizzando con sempre maggiore frequenza: se da soli si può far poco, una progettualità condivisa consente di perseguire al meglio gli obiettivi, rispondere alle criticità e valorizzare le potenzialità che esprime il territorio».

I PROGETTI APPROVATI

Le richieste, presentate entro la scadenza della seconda sessione erogativa del 15 giugno, sono state in tutto 84: 53 accolte e le restanti 31 non ammesse.  A queste si aggiungono 5 iniziative promosse direttamente dalla Fondazione. Complessivamente, l’ammontare di risorse impiegate è pari a 820.218 euro. I progetti espressione del territorio di Piacenza e provincia sono 47, con oltre 656mila euro di erogazioni. L’attività istituzionale riconducibile a Vigevano conta invece 11 progetti, per un valore di oltre 163mila euro. Per quanto riguarda le finalità di intervento, la suddivisione di risorse risponde trasversalmente ai vari ambiti d’azione dell’ente. L’impegno più consistente riguarda i progetti per il Welfare (settori Volontariato, Filantropia e beneficenza; Assistenza agli anziani e Famiglia e valori connessi). Poco meno di 290mila euro sono stati necessari al sostegno di 13 iniziative. Tra queste, la prosecuzione del Progetto Piacenza per l’accoglienza temporanea degli anziani nelle case di riposo, il supporto alla rete di Grest della Diocesi di Piacenza-Bobbio e vari interventi per l’inclusione sociale a Piacenza e a Vigevano.

Di poco inferiore, 270mila euro, il deliberato per l’Istruzione (settori Educazione, istruzione e formazione e Ricerca scientifica e tecnologica). Rientrano in questa categoria grandi progetti di innovazione, come lo studio di Digital Industry che vede in prima fila il Consorzio Musp di Piacenza: Soluzioni robotizzate intelligenti per l’implementazione di Advanced Manufacturing Processes nelle imprese del territorio.

All’Arte sono riconducibili circa 250mila euro di deliberato; ne fanno parte alcune iniziative del territorio, come il risanamento conservativo della Chiesa di San Bernardo a Vigevano e la stagione del Teatro Verdi di Castelsangiovanni, ma anche i grandi progetti culturali promossi direttamente dalla Fondazione, come Xnl, l’Auditoriun San Dionigi a Vigevano e il programma di iniziative Le notti di Santa Chiara per il trentennale dell’ente. L’elenco delle iniziative ammesse è consultabile sul sito www.lafondazione.com

GLI IMPEGNI FUTURI

Archiviata la seconda sessione, si segnala per il 15 ottobre la scadenza fissata per la terza e ultima tranche erogativa del 2022. Sono invece attualmente al vaglio degli uffici, per verificarne l’ammissibilità, le domande di ammissione al Bando Fondo sociale per lo sport promosso da Fondazione di Piacenza e Vigevano e Banca di Piacenza e concluso il 16 settembre, finalizzato a promuovere la pratica sportiva tra i ragazzi fino ai 18 anni di età.  È infine fissata al 31 ottobre la terza e ultima scadenza del Bando Post Covid: supporto allo sviluppo delle infrastrutture sociali, lanciato da Fondazione di Piacenza e Vigevano e Crédit Agricole Italia per sostenere enti locali e gestori di servizi accreditati a progettare e definire infrastrutture sociali finanziabili con fondi europei, nazionali, regionali e del Pnrr.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Welfare, tecnologia, istruzione e arte: dalla Fondazione 820mila euro per 58 interventi nel Piacentino

IlPiacenza è in caricamento