Forestalia e Apimell, due appuntamenti da non perdere a Piacenza Expo

Sabato 28 e domenica 29 ottobre a Piacenza Expo

Sulla sostenibilità ambientale sta crescendo negli ultimi anni l’impegno e il coinvolgimento di tutti compresi i produttori agricoli protagonisti di questo impegno ormai incontrovertibile. E’ un dato di fatto che l’80% delle colture, sia in termini di quantità che di qualità, dipende dall’impollinazione da parte di insetti prònubi, in special modo dalle api, ed è per questo che la salvaguardia del loro benessere e della loro sopravvivenza è un obiettivo fondamentale. Così di questi argomenti si tratterà nell’edizione speciale di Apimell che si svolgerà in contemporanea a Forestalia, il salone agro forestale per chi lavora nei boschi, un eventi che si svolgeranno sabato 28 e domenica 29 ottobre presso Piacenza Expo.

A presentare l'iniziativa Giuseppe Cavalli, presidente Piacenza Expo, con Marco Crotti presidente Coldiretti Piacenza, Sergio Copelli direttore Piacenza Expo, Paolo Mancioppi assessore all'ambiente del Comune di Piacenza (ha portato i saluti del sindaco Barbieri), Luca Modolo di Slow Food e Roberto Pinchetti presidente Apap (apicoltori piacentini).  «Questa mostra, Forestalia, ha una valenza regionale - ha detto Copelli - e vi parteciperanno visitatori provenienti dal Nord e Centro Italia. Piacenza è il “porto” del retrostante Appennino: zona vocata ai lavori agroforestali e con una forte tradizione nelle attività legate all’utilizzo del legno nella filiera energetica. Una fiera quindi dal carattere interregionale che fornirà aggiornamenti e soluzioni ai numerosi operatori forestali».

La risorsa foresta rappresenta un bene prezioso per l’economia montana se si considera che complessivamente il 63.5% della superficie forestale italiana risulta di proprietà privata. A livello di singoli distretti, le percentuali più elevate di superficie forestale di proprietà privata si riscontrano in Liguria (82.3%), in Emilia Romagna (82.0%) e in Toscana (80.0%). Forestalia dunque come punto d’incontro di queste zone grazie alla felice ubicazione della sede fieristica di Piacenza.

«Nell’area esterna del padiglione 1 i visitatori - ha ricordato Copelli - potranno assistere alle dimostrazioni di mezzi d’opera sotto la guida di esperti di Cnr Ivalsa, una grande opportunità per conoscere i produttori di macchine ed impianti e scoprire le potenzialità tecnologiche legate alla cura professionale del bosco».

Ci saranno trinciatrici forestali di piccole e medie dimensioni ideali per la cura del sottosuolo, la rimozione di rami e arbusti, nonché la pulizia lungo i percorsi forestali. E poi ancora attrezzature, utensili e ricambi per gli utilizzatori: dagli pneumatici alle lame per cippatori, dalle pinze alle benne ad alto ribaltamento, dalle funi agli scarponi antinfortunistici. Soluzioni modulari come frese forestali nella versione idraulica, per l’attacco su escavatori, pale gommate o trattori idraulici di grande potenze. La filiera legno energia si chiuderà infine con soluzioni di riscaldamento economico ed ecocompatibile. Presenti prodotti termotecnici d’avanguardia che utilizzano, per la conversione energetica, il pellet di legna e biomasse provenienti all’agricoltura, dalla lavorazione del legno e dall’industria forestale”.

Edizione speciale di Apimell, il secondo, dedicata al mondo delle api, che proporrà attrezzature, prodotti e tecnologie per gli operatori di settore. Tra le novità presenti anche quella che ruota intorno al progetto dell’apicoltura familiare, detta anche backyard beekeeping, un’iniziativa per incentivare la presenza di alveari in orti e giardini assicurando la presenza di api mellifere come presidi al mantenimento della biodiversità vegetale e quindi alla conservazione dei diversi ecosistemi.

Del fondamentale compito delle api per l’agricoltura ha trattato Crotti, mentre Pinchetti ha ribadito “l’essenziale ruolo delle api come “marcatori ambientali”. «Quest’anno - ha chiarito - causa la siccità la produzione è scesa del 70%. In Fiera si discuterà dei cambiamenti climatici, dei nuovi parassiti e di come preparare le api per l’inverno in vista della nuova stagione». A Piacenza Expo parteciperà Slow Food, con la rassegna “Aglio Olio contadino” per uno shopping enogastronomico originale e pieno di curiosità gustose "e degli straordinari - ha detto Modulo - prodotti del territorio piacentino".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento