menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Fabio Callori

Fabio Callori

Forza Italia: «Governo e Regione tutelino i produttori di pomodoro»

L'onorevole Elio Massimo Palmizio (Fi) presenta un'interrogazione. Fabio Callori: "Gli  agricoltori che non possono permettersi di perdere parte del loro reddito"

L’onorevole Elio Massimo Palmizio Coordinatore Regionale di Forza Italia ha presentato al ministro del lavoro e delle politiche sociali, al ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali, al ministro dello sviluppo economico interrogazione a risposta scritta in relazione al pomodoro da industria del nord considerato uno dei prodotti cardine del settore agroalimentare in special modo nella regione Emilia Romagna. I dati più recenti relativi alla filiera del pomodoro del nord pubblicati dall’Organizzazione Interprofessionale del Pomodoro da Industria del Nord Italia (OI) hanno confermato una pericolosa situazione, già nota dall’ottobre scorso, relativa ai pagamenti delle varie industrie della Regione Emilia-Romagna che hanno consegnato il prodotto per la trasformazione in ottemperanza dell’ultima campagna 2016: il 17% del pomodoro da industria del Nord non risulta essere stato pagato, per un importo totale che supera i 20 milioni di euro; nello specifico la delicata situazione riguarda il mancato pagamento ai centinaia di agricoltori che avevano consegnato il prodotto per la trasformazione. L’interrogante segnala quindi l’estrema necessità di interventi per verificare la delicata  situazione sopra esposta e quali iniziative si intenda intraprendere a tutela dei diritti di lavoratori, industrie private e cooperative lesi dai comportamenti in contrasto con le norme contrattuali. Chiede  altresì quali orientamenti i Ministri in indirizzo intendano assumere per salvare le numerose  aziende agricole a rischio di sopravvivenza. Fabio Callori, Vice Coordinatore di Forza Italia – Emilia Romagna  interviene sulla delicata situazione:  “Il settore agricolo riveste  particolare importanza per l’economia emiliana e nello specifico, in riferimento al pomodoro,  con produzione di assoluta qualità. Tale prodotto va quindi assolutamente tutelato e tutelati devono essere gli  agricoltori che non possono permettersi di perdere parte del loro reddito. Esistono regole che vanno applicate per evitare gli ingenti danni che si stanno verificando e che sono difficili da affrontare sia dai singoli agricoltori sia dalle aziende agricole. Il Governo e la Regione devono immediatamente  intervenire con una politica concreta, non basta  e non serve quella di facciata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento