Garanzia giovani: in Emilia Romagna premiata imprenditrice piacentina

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Uno dei progetti di accompagnamento all’autoimprenditorialità nati all'interno di Garanzia Giovani in Emilia-Romagna, ha vinto il primo premio nell’ambito del contest “Start up food”, promosso dal Ministero del Lavoro in collaborazione con Expo 2015 e Padiglione Italia.

Si tratta di "Quick peek – Cambiare gli occhiali è un attimo", un particolare tipo di occhiali con lenti facilmente sostituibili e ottenute riciclando una materia prima di recupero di Annalisa Rosi, giovane artigiana digitale di Piacenza, che nei giorni scorsi è stata premiata a Milano dal Ministro Giuliano Poletti.

Garanzia Giovani è il programma dell’Unione europea che mette a disposizione dei ragazzi e delle ragazze tra i 15 e i 29 anni che non studiano e non lavorano, opportunità per acquisire nuove competenze e per entrare nel mercato del lavoro, anche fornendo un supporto con percorsi specialistici, mirati e personalizzati, per l’avvio di attività autonome e la costituzione di nuove imprese.

In Emilia-Romagna Aster, società della Regione Emilia-Romagna per l’innovazione e la ricerca industriale, è uno dei soggetti che ha accompagnato i ragazzi iscritti a Garanzia Giovani in questo percorso.

“In Emilia-Romagna sono oltre 260 i giovani che nell’ambito di Garanzia Giovani hanno scelto di usufruire di un percorso di accompagnamento specialistico, mirato e personalizzato per l’avvio di un’attività autonoma e la costituzione di nuove imprese – spiega l’assessore regionale alla Formazione e al Lavoro Patrizio Bianchi - Un dato positivo, rispetto all’obiettivo di una società del lavoro imprenditiva e dinamica che l’Emilia-Romagna si pone, a cui si aggiunge la soddisfazione di sapere che il primo premio e il riconoscimento del contest ‘Start up food’ è stato attribuito ad un progetto emiliano-romagnolo.  Congratulazioni allora ad Annalisa Rosi  e un augurio di  buon lavoro per il progetto da realizzare”.

Fra i tanti ragazzi che hanno usufruito dell’affiancamento di Aster, un'altra piacentina Giulia Buvoli che vuole sviluppare l’idea del teatro “utile” realizzando corsi, workshop, moduli di team building per le aziende. Valentina Ferrari di Modena, insieme, ad altri due soci, sta lavorando, invece, ad un servizio legato alla riabilitazione. Augusto Sala sta cercando di mettere in commercio un “long board” un tipo di skateboard a motore elettrico destinato al movimento.
Ad Annalisa Rosi per il progetto premiato è stato assegnato un premio in denaro di 15 mila euro per sostenere le spese di avviamento dell’impresa e beneficerà di servizi specialistici di accompagnamento alla creazione d’impresa.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento