Gas, scadono le concessioni, i Comuni: siamo preoccupati

A breve scadranno le concessioni del servizio di distribuzione del gas e si passerà all'affidamento del servizio tramite gara. Un cambiamento definito “epocale” che impone ai Comuni di assumere decisioni in tempi brevi. L'assessore provinciale Davide Allegri: “Tra i Comuni serpeggia una giustificata preoccupazione”. Lunedì seminario per fare il punto con gli esperti

A breve scadranno tutte le concessioni per la distribuzione del gas e tra i Comuni, attuali appaltatori, serpeggia una giustificata preoccupazione. Lo ha riferito ieri l'assessore provinciale al governo degli interventi in materia energetica, Davide Allegri. Il prossimo lunedì, in Provincia, si terrà un seminario tecnico-giuridico con gli esperti del settore, per fare il punto della situazione.

Ad ingarbugliare le cose, per gli Enti locali, è stata la recente trasformazione normativa che ha imposto ai Comuni di prendere – in tempi brevi – decisioni di forte impatto sulla futura organizzazione del servizio e sugli interessi dei cittadini. In poche parole, allo scadere delle attuali concessioni, i Comuni dovranno procedere alla chiusura del rapporto con l'attuale concessionario e avviare le  procedure per il nuovo affidamento del servizio. Si troveranno, perciò – ha spiegato Allegri - a dover gestire un processo molto complesso, con forti implicazioni anche economiche.
  I Comuni dovranno prendere decisioni di forte impatto, anche economico  

A dare corpo al nuovo sistema di gestione saranno decreti ministeriali che disegneranno gli ambiti sovra-comunali all'interno dei quali il servizio sarà gestito. “Sugli ambiti sovra-comunali (cioè presumibilmente provinciali e regionali, ndr) il Ministero ha già presentato la sua proposta – chiarisce Allegri - che a breve sarà oggetto di confronto nella conferenza Stato-Regioni-Enti locali. Molti gli aspetti di criticità e tutti volti ad avvantaggiare grandi gestori del gas, a scapito delle autonomie locali”. 

Lunedì 21, nella Sala Consiglio di corso Garibaldi, si cercherà di far luce sulla transazione, grazie all'intervento degli avvocati Francesco Piron e  Tiziana Sogari e dell'ing. Marco Branda, esperti della materia. Interverrà anche il dott. Antonio Vizzaccaro, del Ministero dell'Ambiente.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento