Le eccellenze piacentine "volano" con il magazine di AirDolomiti

Il fascino delle terre verdiane, i sapori della Bassa, i castelli del Ducato, le meraviglie del Po. Le eccellenze piacentine sono "dipinte" in un articolo sul magazine di volo di AirDolomiti, compagnia Lufthansa

Il fascino delle terre verdiane, i sapori della Bassa, i castelli del Ducato, le meraviglie del Po. Le eccellenze piacentine spiccano il volo e finiscono sul magazine di AirDolomiti, la compagnia aerea partner del colosso Lufthansa.

Dal primo settembre sulla rivista "Spazio Italia", che i passeggeri trovano sulle sedute delle loro poltrone, compare un servizio di sei pagine con traduzione in inglese a fronte. Il lungo reportage dal piacentino a firma di Giulia Giovanelli ripercorre il "fascino speciale" del territorio, i "piaceri del palato" delle trattorie locali, i "gioielli d'arte e di storia incastonati in un territorio che offre attrattive per tutti i gusti: dalla via Francigena ai superbi castelli e rocche feudali, dai centri termali alle tentazioni di prodotti insuperabili". L'apertura è dedicata alle terre verdiane, tra Piacenza e Parma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La giornalista si sofferma su villa Verdi a Sant'Agata, "un romantico e solitario edificio - scrive - ancora oggi abitato dai discendenti del maestro, che ne custodiscono i preziosi cimeli". Non mancano i riferimenti faunistici ("gli aironi che sorvolano il Grande Fiume") e un richiamo alla cultura culinaria tradizionale: dal pesce di fiume alla coppa piacentina, dagli anvein ai pisarei e fasò. Dalla pianura, in una panoramica ideale che abbraccia i tesori locali, lo sguardo spazia alla collina, "che cela borghi e villaggi animati da sagre enogastronomiche: castagnate, feste dell'uva, mercati di funghi e tartufi". "E poi c'è Piacenza che, vista dal fiume, si presenta con l'imponente mole di palazzo Farnese, gli antichi campanili e i profili delle sue chiese". Focus finale sul castello di San Pietro in Cerro e la "cittadina di Caorso con la sua bella rocca, il mercatino dell'antiquariato ogni quarta domenica del mese e l'attracco dal quale partono tutti i percorsi di navigazione sul Po".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento