rotate-mobile
Economia Castel San Giovanni

Geodis, i "Si Cobas" proseguono lo sciopero: «Discriminati sul lavoro»

Il sindacato attacca: «Dopo il grave incidente dei giorni scorsi i nostri iscritti sono stati demansionati»

Dopo il gravissimo incidente di lunedì scorso e la successiva trattativa in Prefettura, «continuano ad addensarsi nubi – a parlare è il sindacato Si Cobas di Piacenza - sul magazzino Geodis di Castelsangiovanni, dove opera in appalto “Logidea srl”».

«Nonostante le ripetute denunce e segnalazioni di pericolo – spiega il coordinamento provinciale Si Cobas - non si sono infatti interrotti gli atti discriminatori e intimidatori all’indirizzo di lavoratori e rappresentanti del nostro sindacato. Al contrario, pare che le denunce rappresentate dal sindacato in sede prefettizia abbiano ingenerato una recrudescenza dei comportamenti vessatori. Il Si Cobas ha pertanto deciso in data odierna di concretizzare il già vigente stato di agitazione in uno sciopero con astensione dal lavoro. Logidea sta colpendo gli iscritti del S.I. Cobas con spostamenti arbitrari dei lavoratori che comportano loro demansionamento. È tempo che la “Direzione territoriali del Lavoro” piacentina e regionale intervenga in modo deciso, poiché la prosecuzione di queste condizioni è fautrice di potenziali pericoli anche in termini di sicurezza dei lavoratori. Il S.I. Cobas continuerà a lottare per la legalità e la sicurezza sui posti di lavoro, e per difendere la dignità e l’eguaglianza all’interno dei posti di lavoro».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Geodis, i "Si Cobas" proseguono lo sciopero: «Discriminati sul lavoro»

IlPiacenza è in caricamento