Economia

Ghiandola mammaria, “core business” della bovina: se ne parla in Cattolica

Il 3 febbraio a partire dalle 9 in Sala Piana

Sarà centrato sulle strategie per preservare la sanità della mammella, per garantire la salute della bovina e la qualità del latte, il convegno che la facoltà di Scienze agrarie alimentari e ambientali dell’Università Cattolica organizza il 3 febbraio prossimo, a partire dalle 9 in Sala Piana. «La mastite è certamente la malattia più diffusa negli allevamenti animali che producono latte per l’alimentazione umana, con ricadute non solo sul benessere della bovina, ma anche sulla quantità e qualità del latte e sulle trasformazioni casearie. Si calcola che il costo di una mastite nei primi 30 giorni di lattazione superi i 400 €, ma si tratta di una stima per difetto!» spiega il professor Erminio Trevisi, direttore del Dipartimento Diana della Cattolica e promotore dell’evento.

Ne deriva che una corretta prevenzione alla mastite rappresenta una continua sfida per allevatori e tecnici, che oggi si accompagna alla pressione della società civile che chiede di contenere l’uso degli antibiotici per limitare le conseguenze negative che potrebbero scaturire dalla diffusione di antibiotico-resistenze tra i microbi ubiquitari. «Ciò renderebbe inefficaci gli antibiotici, aumentando i rischi per uomo ed animali domestici in caso di infezioni. Questa pressione sociale ha anche motivato le norme che impongono limitazioni all’uso preventivo degli antibiotici alla messa in asciutta».

La crescente complessità della gestione della ghiandola mammaria, sia in termini sanitari che economici, richiede continui aggiornamenti per allevatori e tecnici. Per condividere utili informazioni che provengono dalle ultime ricerche sul tema, il dipartimento DIANA con il supporto di Pro Tech srl (e del suo Amministratore Delegato dott. Carlo Paglia) propone quindi una giornata di studio e discussione aperta all’intera filiera lattiero-casearia.

La partecipazione al convegno è gratuita con iscrizione obbligatoria. 

Per informazioni contattare: +39 0523 599 278 o E-mail: erminio.trevisi@unicatt.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ghiandola mammaria, “core business” della bovina: se ne parla in Cattolica
IlPiacenza è in caricamento