menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
First Cisl

First Cisl

Giorgio Camoni nuovo segretario generale First-Cisl di Parma e Piacenza

Il 25 febbraio, presso il Centro Congressi Villa Ducale di Parma, la First Cisl - Federazione dei bancari della Cisl di Parma Piacenza - ha celebrato il proprio congresso, il primo dopo l'unificazione fra i due territori ed è successivo anche alla fusione con la sigla sindacale Dircredito

Il 25 febbraio, presso il Centro Congressi Villa Ducale di Parma, la First Cisl - Federazione dei bancari della Cisl di Parma Piacenza - ha celebrato il proprio congresso, il primo dopo l'unificazione fra i due territori ed è successivo anche alla fusione con la sigla sindacale Dircredito che rappresenta la Dirigenza. Un processo importante che ha rafforzato la categoria, potenziando il pluralismo di idee e dando più forza alla rappresentanza Cisl. Il congresso si è concluso con l'elezione di Giorgio Camoni Segretario Generale e di Simona Tettamanti e Cosimo Vaglio quali Segretari.

Una sessantina di dipendenti, a nome degli oltre 2000 iscritti fra i due territori e in rappresentanza di vari gruppi bancari, del credito cooperativo, del sistema assicurativo, delle authorities  e di Equitalia si sono incontrati per tracciare le linee sindacali del prossimo quadriennio e per eleggere il nuovo direttivo territoriale e la nuova segreteria Complesso è il quadro delineato dal Segretario uscente Giulio Guatelli  poichè questi appena trascorsi sono stati anni duri per il sistema bancario e per i suoi operatori, schiacciati da forti pressioni aziendali causate da politiche commerciali sempre più aggressive che hanno caratterizzato le banche, da un significativo problema di esuberi e da situazioni aziendali complesse per il continuo cambiamento richiesto. La First Cisl ha sempre cercato di negoziare il cambiamento anziché subirlo e la recentissima firma di un accordo con Abi sulle politiche commerciali e sulla partecipazione organizzativa apre la strada alla ridiscussione di alcune scelte aziendali e alla creazione di un nuovo clima di lavoro.

La First Cisl ha dovuto affrontare una vera tempesta di settore, caratterizzato dalla crisi di importanti banche, da nuove norme derivanti da procedure antiriciclaggio, stress test, bail in, autoriforma del credito cooperativo, cambiamenti nella strutturazione di Equitalia i cui lavoratori, in particolare, sono diventati capro espiatorio di colpe non loro. 

La capacità di contrattazione, la forza derivante dall'elevata adesione agli scioperi resisi necessari negli ultimi anni, gli strumenti messi in campo come i fondi solidarietà per gli esuberi hanno consentito di gestire i processi di cambiamento, mitigando gli effetti piú negativi.

Importanti accordi hanno dato il via anche all'assunzione di giovani, e l'accordo con l'Abi del 2015 ha consentito a molte banche di giungere al rinnovo dei contratti di lavoro aziendali.  L'assemblea congressuale ha rilevato e condiviso che fare sindacato oggi è ancor più necessario di quanto non lo fosse qualche decennio fa e per questo si rende sempre più necessario l'ingresso di giovani lavoratori che si impegnino nel sindacato. Un sindacato solidale, in sinergia con il territorio, un sindacato fuori dalle sedi, che sta sui luoghi di lavoro e sa ascoltare i lavoratori. Un sindacato che offra opportunità di formazione ai lavoratori e che lavori per costruire benessere organizzativo sul luogo di lavoro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento