menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza: importanti novità per le giovani coppie che vogliono acquistare casa

La Regione Emilia Romagna aiuta le giovani coppie finanziando dal 50 al 70 per cento i costi di costruzione. Sarà possibile entrare in possesso della casa attraverso il pagamento di un canone d'affitto calmierato. Il "Patto di Futura Vendita" permetterà di diventare proprietari dopo un periodo di locazione di 4 anni

La disoccupazione nazionale è raddoppiata e quasi la metà dei giovani d'oggi rischia di rimanere senza lavoro. La domanda sorge spontanea, come fa una coppia di giovani a trovare casa avendo pochi soldi a disposizione?

Il “Patto di Futura Vendita” è uno strumento frutto delle scelte politiche della Regione Emilia-Romagna: vengono erogati a fondo perduto, alle cooperative considerate meritevoli, fondi che vanno a coprire dal 50% al 70% dei costi di costruzione permettendo così di mettere sul mercato alloggi ad un affitto “calmierato” purchè destinati alle Giovani Coppie.
I giovani in questione non devono possedere nessuna proprietà ed in seguito, dopo essere stati accettati nel programma, si impegnano a versare una cifra iniziale tra i 10 e 15 mila euro. 
A costruzione ultimata pagheranno per 25/30 anni un canone mensile calmierato proporzionato alla grandezza dell'appartamento (tra i 250 e i 400 euro al mese) e con il riscatto diventeranno proprietari della casa.  

A Piacenza, con il “Patto di Futura Vendita” sono stati realizzati 38 alloggi, in classe energetica B, disponibili  con un canone di locazione a partire da 350 euro mensili. Va considerato che parliamo di tariffe ben al di sotto della media. Guardando in rete, ad esempio sul portale www.PiacenzaCase.it, le varie disponibilità di alloggi nuovi di pari classe energetica hanno quotazioni ben più alte, che partono dai 450€ mensili.
Vediamo nella tabella le disponibilità nel centro città e nei relativi comuni:

Immagine-7-6

I Promotori di questa iniziativa sono il consorzio cooperativo Concopar che si appoggia al locale circolo Acli, aderendo a Confcooperative.
Il Presidente del Consorzio, Mario Spezia, ha spiegato come questa sia “un'ottima iniziativa rivolta ad una grossa fascia di popolazione dai redditi medio-bassi, che se non avesse strumenti come quelli da loro offerti rischierebbe di rimanere in affitto per sempre.”

Precisiamo che dal 2 Luglio 2015 al 16 Luglio 2015 le imprese di costruzione o i loro consorzi potranno mettere a disposizione i loro alloggi con una procedura on-line sul portale regionale www.regione.emilia-romagna.it a determinate condizioni:

  • L'offerta degli alloggi dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante con firma digitale rilasciata da un certificatore accreditato.
  • Ogni operatore potrà collocare una sola offerta e, conseguentemente, non sarà possibile sostituire un offerta già collocata.

Il 29 Luglio 2015 sarà pubblicato un elenco degli alloggi che i nuclei interessati potranno proporsi di acquistare. 
I possibili acquirenti hanno tempo fino al 27 ottobre 2015 per scegliere un alloggio e sottoscrivere un pre-contratto per l'acquisto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento