Giuseppe Sidoli nuovo presidente del Consorzio vini Doc Colli piacentini

Lavoro di "squadra" per il rilancio di un Consorzio emblema del territorio

Sidoli e Miravalle

Giuseppe “Pinuccio” Sidoli di Vernasca è il nuovo presidente del Consorzio vini Doc colli piacentini. Succede al dott. Roberto Miravalle. Suoi Vice sono stati nominati Elena Bonelli (Val Trebbia e Val Nure) e Marco Profumo (Valtidone). Li ha eletti all’unanimità il nuovo Cda scaturito dalla recente assemblea di cui fanno inoltre parte, gli imprenditori vitivinicoli Tavazzi, Azzali, Michelotti, Sgorbati, Rossi, Perini, Gadilastri e Campana. Sidoli è molto noto in tutta la Provincia di Piacenza per la lunga esperienza istituzionale; è stato a più riprese assessore e Direttore generale della Provincia di Piacenza; è stato più volte sindaco (e lo è tutt’ora) del Comune di Vernasca, Capo di Gabinetto del Vice- presidente della Regione  ed ora è Direttore dell’Unione delle Province dell’Emilia- Romagna.

“La mia elezione all’unanimità- commenta- come quella dei due vice presidenti, è l’espressione di una rinnovata volontà di rilancio del Consorzio vini Doc colli piacentini per tutto ciò che questa associazione rappresenta per tutto il territorio piacentino. Ringrazio il dott. Miravalle per l’impegno profuso; a lui ho chiesto di rimanere all’interno del Consorzio per continuare ad apportare quel fondamentale ruolo tecnico frutto di una riconosciuta esperienza professionale che tutti gli riconoscono. Gli associati mi hanno chiesto un impegno in prima persona perché ritengono che in questa delicata fase di rilancio del Consorzio, occorresse un uomo delle istituzioni, una responsabilità che mi sono sentito di assumere anche grazie alla lunga esperienza accumulata sia come amministratore che come funzionario nelle pubbliche istituzioni che mi hanno consentito di conoscere a fondo caratteristiche e problematiche della nostra bellissima provincia. Si tratta di un territorio con eccellenti produzioni, una straordinaria food valley, con il vino di qualità trait d’union dei suoi prodotti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli operatori del settore desiderano fermamente dimostrare che Piacenza è terra di grandi vini; certo sarà un'operazione lunga e complessa, ma se saremo uniti, sarà certo foriera di grandi e positive ricadute per il tutto settore, ma anche per il turismo enogastronomico e le imprese agroalimentari in primis che meritano questo riconoscimento. Conditio sine qua di questo processo, di questo rilancio, è credere nel “gioco di squadra”, sancito da recenti ed importanti “rientri” di aziende tra le file del Consorzio. Questo cammino deve essere basato ed intessuto su un costante dialogo, da una fiducia reciproca, nella consapevolezza che gli interessi sono comuni e non divergenti, che occorrono strategie di breve, medio e lungo termine comuni, senza diffidenze, basati su piani di azione che andremo ad elaborare nei prossimi consigli di amministrazione, sempre con la consapevolezza che saranno utili non solo per tutti i viticoltori, ma anche per l’intero territorio piacentino. E’ un rilancio- commenta Sidoli- che tutti desiderano e che va attuato in piena collaborazione con gli altri Consorzi del territorio, ma anche delle province limitrofe e della Regione, avviando progetti comuni, consapevoli che il nostro patrimonio eno-gastronomico regionale di Dop ed Igp è unico al mondo. Ma per sfruttare questo enorme potenziale di sviluppo, è necessario che imprese ed istituzioni collaborino al massimo su progetti comuni. Questo reputo che sia il mio fondamentale ruolo, a cui mi impegnerò al massimo supportato da tutti i rappresentanti del nostro Consorzio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento