rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Economia

Il premio Nobel per la pace Trimble agli studenti della Cattolica: «Occorre una classe politica pragmatica»

Con questo auspicio il Premio Nobel per la Pace David Trimble ha concluso la sua lezione agli studenti del corso di laurea in Economia e Giurisprudenza proposta dal prof. Maurizio Baussola

“E’ necessaria una classe politica il più pragmatica possibile che sappia comprendere la necessità di compromessi”. Con questo auspicio il Premio Nobel per la Pace David Trimble ha concluso la sua lezione agli studenti del corso di laurea in Economia e Giurisprudenza proposta dal prof. Maurizio Baussola.

Trimble ex Primo ministro dell’Irlanda del Nord (per 15 anni membro del Parlamento britannico e Lord dal 2006), insieme al connazionale John Hume, venne insignito dell’importante riconoscimento per l’impegno nella risoluzione politica del conflitto nordirlandese. Ha tracciato un quadro della situazione che si è venuta a creare con la Brexit ed ha sottolineato i limiti dell’attuale Commissione europea, incapace di capire le singole problematiche dei paesi Ue ed in particolare quella inglese. Insomma un giudizio decisamente critico che prende spunto dalla constatazione delle profonde differenze regionali  in Inghilterra, come si è potuto evincere nel referendum, un malessere profondo che differenzia nettamente la capitale, Londra, con il resto del paese. Quindi sarà difficile un accordo con la Ue ma in qualche modo si farà.

Parlando poi di Scozia ed Irlanda a proposito della Brexit, ha detto che per la Scozia non dovrebbero esserci problemi perché c’è un interesse univoco a stare insieme, mentre per l’Irlanda secondo Trimble c’è il pericolo di un uso strumentale della Brexit per stimolare l’opinione pubblica a considerarlo in modo asservito a certi interessi. Per questo dunque è necessario il massimo pragmatismo della politica per soluzioni che tengano conto di tutti i complessi equilibri. Oggi, rispondendo alle domande degli studenti, il premio Nobel ha detto che c’è una situazione molto più difficile rispetto al passato: in Europa ad esempio le tensioni sono legate principalmente ai problemi generati dall’immigrazione, che a sua volta è frutto dei conflitti nelle zone vicine, mentre in Oriente i rapporti tra la Cina e gli altri paesi rischiano di sfociare in conflitti che coinvolgerebbero gran parte del mondo. Per questo ha ribadito la necessità di un dialogo tra le varie nazioni quale soluzione per risolvere i vari conflitti, in nome di una pace sempre più difficile da perseguire. Il premio Nobel è stato presentato agli studenti dal vicepresidente del Segretario dei premi Nobel per la Pace che ha sede a Piacenza, Marzio Dallagiovanna.

In seguito al convegno in Cattolica, il premio Nobel è stato ricevuto in Municipio dall'Amministrazione Comunale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il premio Nobel per la pace Trimble agli studenti della Cattolica: «Occorre una classe politica pragmatica»

IlPiacenza è in caricamento