rotate-mobile
Il convegno in Cattolica

«Il riciclaggio di denaro rappresenta un problema che avvelena l’economia»

Bankitalia sale in cattedra all’Università Cattolica con un convegno dedicato ai professionisti e incentrato sull’anti riciclaggio

Bankitalia sale in cattedra all’Università Cattolica con un convegno dedicato ai professionisti, incentrato sull’anti riciclaggio dal titolo "La collaborazione dei professionisti nel contrasto al riciclaggio”. L'appuntamento è martedì 13 febbraio dalle 16 nella Sala Convegni “G.Piana” dell’ateneo piacentino.

Organizzato da Banca d’Italia, Uif (Unità di informazione Finanziaria per l’Italia) e da Guardia di Finanza, il convegno è dedicato ai notai, ai commercialisti e agli avvocati, professionisti che sono tenuti a fare le segnalazioni di operazioni sospette. L’Istat (Istituto nazionale di statistica), nella pubblicazione dell’ottobre del 2021, ha evidenziato che, nel 2019, l’economia non osservata valeva 203 miliardi di euro, pari all’11,3% del Pil. Di questi denari, la componente dell’economia sommersa ammontava a poco più di 183 miliardi di euro mentre quella delle attività illegali superava i 19 miliardi.

Nel 2022 le segnalazioni di operazioni sospette (cosiddetti Sos) ricevute dalla Uif sono state oltre 155mila (+11,4% rispetto al 2021), e sono pervenute, perlopiù, dal settore bancario e postale ma anche dalle Pubbliche amministrazioni, che hanno segnalato operazioni di riciclaggio collegate all’attuazione del Pnrr. Oltre il 18% degli Sos ricevuti è risultato collegato alla criminalità organizzata. E gli Sos riguardanti il finanziamento del terrorismo sono stati 342, in diminuzione del 41% rispetto al 2021. Considerati i numeri, «occorre segnalare quelle operazioni sulle quali vi sono motivi ragionevoli per sospettare che siano in corso o che siano state compiute o tentate operazioni di riciclaggio o di finanziamento del terrorismo o che comunque i fondi, indipendentemente dalla loro entità, provengano da attività criminosa» evidenzia Massimo Calvisi, direttore della filiale di Bankitalia di Piacenza, che sottolinea come «Il riciclaggio di denaro rappresenti un problema che avvelena l’economia».

È la Uif che ha il compito di ricevere le segnalazioni, valutarle e, se ricorrono i presupposti, indirizzarle alla magistratura. Segnalazioni che vengono fatte dai professionisti in via telematica proprio alla Uif che è, di fatto, l’unità di intelligence finanziaria italiana, un’autorità nazionale indipendente preposta al contrasto del riciclaggio di denaro e del finanziamento del terrorismo, che è stata istituita nel 2007 in regime di autonomia operativa e gestionale presso Bankitalia. «La normativa si evolve nel tempo - spiega il direttore Calvisi - e questo incontro vuole essere l’occasione per riflettere e informare i professionisti dello stato dell’arte sulla materia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Il riciclaggio di denaro rappresenta un problema che avvelena l’economia»

IlPiacenza è in caricamento