rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Imprese, diminuiscono i settori tradizionali ma il terziario funziona

E’ di 29.689 aziende la consistenza del registro imprese della Camera di commercio di Piacenza al termine del primo trimestre 2017. In tre mesi si sono avute 510 iscrizioni e 744 cessazioni

E’ di 29.689 aziende la consistenza del registro imprese della Camera di commercio di Piacenza al termine del primo trimestre 2017. Di questo totale sono 518 le imprese interessate da procedure concorsuali e 914 in scioglimento (o liquidazione). Nel corso del trimestre si sono avute 510 iscrizioni e 744 cessazioni. Rispetto all’anno prima (marzo 2016) lo stock di imprese è calato di 257 unità, con una variazione negativa di 0,86 punti percentuali. Analogo risultato di segno negativo si è verificato anche nelle province vicine. Positivo invece il differenziale a livello nazionale.

Va sottolineato che il calo di imprese piacentine ha visto partecipi i settori più tradizionali (in ordine agricoltura, costruzioni, commercio, attività manifatturiere e trasporti) mentre nei settori del terziario si sono verificate numerose variazioni positive (servizi di informazione e comunicazione, attività finanziarie ed assicurative, servizi alle imprese, altre attività dei servizi).Dal punto di vista della natura giuridica si segnala che continua il rafforzamento delle società di capitale (arrivate a rappresentare il 21,8% dello stock complessivo) cui si accompagnano la riduzione delle società di persone e delle ditte individuali. Nel contesto piacentino il 27,7% delle imprese registrate ha la qualifica di impresa artigiana (la media nazionale è del 22%). Le imprese straniere pesano per l’11% sul totale (sono il 9,5% nella media Italia) mentre quelle femminili per il 21,5% (in linea con il dato nazionale che è del 21,7%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese, diminuiscono i settori tradizionali ma il terziario funziona

IlPiacenza è in caricamento